Calcio

Papagni volta pagina: “La vetta? Non molliamo”

Il tecnico parla dopo la sconfitta con il Manfredonia: “E’ un torneo apertissimo, ci saranno altre sorprese. Con il Mariano per vincere”


TARANTO – Servono un portiere over e giocoforza un under. In quest’ultima ottica sembra aver preso seriamente corpo la candidatura di Federico Pizzutelli, classe 1995, di ruolo seconda punta, in forza al Bisceglie sebbene è di proprietà del Bari, la trattativa sembra avviata e potrebbe avere conclusione ufficiale anche nelle prossime ore, da qui si aprirebbe di conseguenza la possibilità di reperire l’estremo difensore di esperienza, fondamentale stante le ultime non eccelse prestazioni di Marani.

Intanto il tecnico Aldo Papagni guarda avanti con ottimismo: “Nel calcio ci sono aspetti positivi e negativi, quindi non faccio drammi per questa sconfitta di sabato. Abbiamo commesso alcune ingenuità che ci sono costate care, non è da noi, sebbene ci sono state delle contingenze che alla fine hanno inciso in tal senso, amen, guardiamo avanti e non ci fasciamo la testa prima di rompercela. Non va dimenticato, lo ripeterò all’infinito, che questo è un campionato molto equilibrato, ricordiamoci che tre mesi addietro, quando sono arrivato, la classifica vedeva il Taranto sulla parte bassa, siamo risaliti notevolmente ed oltretutto c’è ancora tempo per recuperare altro terreno”.

Una severa autocritica?
“E’ compito di ognuno prendersi le responsabilità degli errori commessi, io per primo faccio altrettanto. Ora ci siamo rimessi a lavorare come sempre con il massimo impegno, abbiamo gettato all’aria un’occasione d’oro, ma non mi sembra il caso di fare processi, guardiamo avanti”.

Un portiere di esperienza da ingaggiare?
“I nostri estremi difensori sono Marani e Masserano, non ce ne sono altri da prendere. Ingaggiare un over comporta contingente-mente reperire anche un under, quindi è un discorso che al momento non ci riguarda, stiamo bene così”.

Contro il Mariano Keller serve un’inversione di tendenza?
“Stiamo lavorando sodo proprio per presentarci al meglio contro un avversario ostico e da prendere con le molle. Ho sempre detto e rimarcato con grande schiettezza che questo è un campionato molto difficile e che non l’avremmo di certo ucciso noi, mi sembra che quanto stia avvenendo confermi in toto la mia versione dei fatti. Migoni purtroppo ha avuto uno stiramento e rientrerà, se tutto va bene, dopo la sosta, in queste ultime sedute prima di sabato valuterò bene come sostituirlo”.

Il Marcianise è quattro punti avanti.
“Si sono dimostrati sinora più bravi di tutti e meritano la vetta in solitudine. La classifica è cortissima, tempo per recuperare ce n’è, dobbiamo solo riscattarci contro i partenopei, confido in una grossa prestazione da parte della mia squadra”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche