Calcio

Aldo Papagni, un personale derby per il primato

Contro il “suo” Bisceglie l’allenatore del Taranto può trovare i tre punti per la vetta


Un derby per agguantare la vetta, ma guai a parlare di vittoria già scritta, stante il sostanziale equilibrio che regna sovrano in questo campionato.

Aldo Papagni, spettatore interessato domenica nella sua Bisceglie nell’altra sfida corregionale contro il Monospolis, avrà di sicuro preso appunti sui nerazzurri della sua città di origine, di cui oltretutto conosce bene sia pregi che difetti (prima di tornare in riva ai Due Mari era stato vicinissimo all’approdo sulla panchina locale, ndr) ed oggi alla ripresa degli allenamenti avrà di par suo già apportato le giuste direttive da attuare domenica.

Squalificato capitan Prosperi, diffidato ed ammonito in occasione del fallo da rigore sabato scorso, ancora out Migoni (rientro previsto contro la Turris il 9 febbraio) rientreranno Ciarcià e Marani che hanno scontato i loro turni di squalifica ed ora la settimana appena iniziata sarà fondamentale per valutare bene il sostituto del golden boy di Pescara, icona rossoblù da anni e le giuste contromosse da attuare contro i murgiani timonati da Giancarlo Favarin, abili da par loro a risalire la china dopo un periodo magro.

Del resto la classifica parla chiaro, sette compagini sono racchiuse in un fazzoletto di appena tre punti e con l’aggiunta di una domenica di riposo forzato a testa si tasta con mano quanto segue: Clemente e compagni osserveranno il turno di sosta alla 32esima giornata, la capolista Marcianise all’ultima (alla penultima è in programma la supersfida in terra campana proprio contro il Taranto), il Francavilla alla penultima, il Matera alla 30esima ed il Monospolis alla 31esima, mentre Turris e Brindisi saranno ferme rispettivamente alla 23esima e 24esima.

Il torneo quindi avrà una sua fase di “spacchettamento” per quel che concerne la vetta proprio nel mese di aprile, periodo senza ombra di dubbio cruciale in cui ci si giocherà tutto fino in fondo, un tassello indiscutibilmente ricco di stranezze ma che conferma come ormai anche in questa categoria, che sarà dal primo luglio prossimo la quarta serie nazionale come un tempo, necessiti giocoforza di una riforma.

Intanto i corallini di Andrea Pensabene, che ospiteranno i rossoblù al “Liguori” alla ripresa del campionato dopo il turno di stop di domenica 2 febbraio, si sono rinforzati con la punta Antonio Croce, proveniente guardacaso proprio dal Bisceglie, un centrattacco su cui la società partenopea puntava molto e che ha rafforzato un organico di per sè già molto quotato.

Infine gli ex tecnici rossoblù Fabio Brini e Raimondo Marino da oggi sono ufficialmente i nuovi allenatori di Benevento (Prima Divisione) e Virtus Francavilla (Eccellenza).
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche