27 Novembre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2020 alle 16:46:59

Calcio

Il Taranto sorride. Ora l’ultima sosta. Poi il tour de force

La vittoria con il Bisceglie figlia del bel gioco e del sacrificio


Una vittoria figlia del costrutto e del sacrificio.

Di sicuro c'è molto da rivedere, specialmente in fase difensiva, visto che si sono verificate molte disattenzioni nel pacchetto arretrato, ma alla fine quello che conta sono i punti e di certo non hanno alcun surrogato in merito. Il secondo posto, sia pure in condominio col Matera, è cosa fatta e cementata, la vetta dista solo un punto e la lotta per la promozione è ancora tutta aperta, visto che alla ripresa del campionato campani, rossoblù e lucani saranno tutti di scena in trasferta rispettivamente contro Mariano Keller, Turris e San Severo, gare che potrebbero apparire fattibili e che invece potrebbero all'inverso rivelarsi molto insidiose.

Hernan Molinari è tornato a ruggire come ai bei tempi e questa è una notizia, anche se il resto della ciurma di Aldo Papagni ha acquisito a dovere il giusto appeal per condurre all'incasso importanti successi impreziositi a loro volta dal bel gioco.

Domenica intanto andrà in scena la sosta, ultima stagionale, quindi fino al prossimo 4 maggio sarà un tour de force in piena regola con una serie di gare all'ultimo sangue, solita solfa di un campionato che rimane sempre complesso e ricco di equilibrio urbi et orbi.

Una piacevole sorpresa è quindi la conferma di Masserano tra i pali, ragazzo svelto e preparato e che ha confermato di saper gestire a dovere un ruolo da sempre delicato, non è chiaramente una bocciatura per Marani, ma è altrettanto vero che la posizione del portiere, specialmente di questi tempi, necessita sempre di delicatezza nei commenti e nella gestione. Domani intanto si torna in campo, la settimana avrà quindi un quadro lavorativo normale come sempre con l'aggiunta di richiami di preparazione, si proseguirà fino a sabato, quindi due giorni di riposo e si riprenderà martedì 4 febbraio.

Il tecnico di Bisceglie, che ieri oltretutto ha sconfitto i nerazzurrostellati della sua città di origine, non vuole lasciare nulla al caso e sa benissimo che solo lavorando sodo si arriverà ai risultati prefissati, ragion per cui il motto benedettiano ora et labora è da attuare categoricamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche