x

x

Taranto alla prova derby, scocca l’ora del riscatto

Spulciando statistiche, annuari ed almanacchi si evince che l'ultimo successo casalingo dei rossoblù nel derby contro il Brindisi è vetusto di ben 28 anni, ironia della sorte proprio il 16 febbraio del 1986, all'epoca in C1 (l'attuale Prima Divisione) con i sigilli di Luigi Rocca (oltretutto coniugato con una brindisina pur essendo originario di Piacenza ed ivi residente, ndr) e Nicola D'Ottavio con l'aggiunta di un calcio di rigore sventato da Daniele Goletti sull'1-0 a Tomba.

Da allora si sono disputate solo tre sfide, quattro comprendendo anche una di coppa Italia nel dicembre 2002, tutte terminate in pareggio e nel computo dei 19 precedenti di campionato escono fuori dieci successi tarantini e nove pareggi.

"Ricordo benissimo quella partita" rimarca dalla sua Viterbo Daniele Goletti che oggi ricopre il ruolo di preparatore dei portieri della nazionale femminile da alcuni anni oltre che della compagine della sua città di origine militante in Eccellenza "giocammo sotto un forte diluvio e sventai il rigore con grandissima astuzia. La domenica prima ero riuscito a pararne uno a Romiti nell'altro derby contro il Barletta sullo 0-0 (il Taranto poi vinse 4-0, ndr), diciamo che sui tiri dal dischetto me la cavavo bene (ride). Seguo sempre le sorti dei rossoblù, è un campionato molto difficile, di certo come ogni derby sono sempre sfide delicatissime, spero che ce la facciano a risalire".

Aldo Papagni sembra aver deciso l'undici da contrapporre al suo allievo Marcello Chiricallo, anche se in avanti non ha ancora le idee chiare se optare per Molinari e Balistreri oppure addirittura col tridente con l'aggiunta anche di Clemente, col picciotto palermitano che sinora ha reso sicuramente meno del solito oltre a trovarsi relegato spesso in panchina ed entrare a gara in corso.

Muwana potrebbe recuperare, ma non è ancora certo il suo impiego, potrebbe avere spazio quindi Menicozzo nel centrocampo a cinque, mentre capitan Prosperi avrà come sempre una maglia da titolare dal primo minuto malgrado la prestazione negativa di domenica scorsa a Torre del Greco.

In casa brindisina l'ex di turno Cristiano Ancora prevede una gara molto equilibrata: "Partita molto importante da ambo le parti e sarà oltretutto un grande piacere rivedere gli ex compagni, anche se personalmente non sono stati sei mesi esaltanti quelli vissuti a Taranto. Ho appena contabilizzato 13 presenze, quindi ho scelto di spostarmi a Brindisi per una scelta squisitamente professionale. Mi esalto a segnare nei derby, coi rossoblù ho siglato una rete a Bisceglie, con i biancazzurri ho aperto le marcature in quello contro il Monospolis".

La curva nord sciopererà per dieci minuti in segno di solidarietà verso i tifosi brindisini.
"Li apprezzo tantissimo, trovo assurdo che sia stata inibita la trasferta ai nostri tifosi, oltretutto non c'è alcuna rivalità con quelli tarantini.
Il tifo dagli spalti è l'essenza del calcio, comunque prendiamo atto di queste decisioni anche se con sommo rammarico. Sono comunque convinto che sia noi che loro ce la giocheremo fino alla fine”.

STUDIO 100- Il derby dello “Iacovone” verrà trasmesso in diretta su Studio 100 tv sia sui canali 15 e 187 del digitale terrestre che su Viva l’Italia Channel, canale 879 della piattaforma Sky oltre che su Radio Taranto Stereo 93.700 mhz con la diretta che proseguirà anche nel post partita.

Queste le probabili formazioni:
Taranto: 3-5-2 :Marani; Caiazzo, Prosperi, Riccio; Mignogna, Caruso, Ciarcià, Menicozzo (Muwana), Migoni; Molinari (Clemente), Balistreri.

Brindisi: 4-2-3-1 Peschechera; Iaboni, Vetrugno, Sicignano, Liotti; Troiano, Polidori; Loiodice, Ancora, Pella; Gambino.