x

x

Taranto-Brindisi: 2-1. Decide un doppio Molinari

Un fantastico doppio Molinari regala tre punti fondamentali al Taranto che si aggiudica il derby con il Brindisi e si rimette a caccia delle squadre che lo precedono in classifica.

Una vittoria ampiamente meritata per i rossoblù che hanno subito un solo passaggio a vuoto: una decina di minuti di sbandamento ad inizio ripresa, quando gli ospiti stavano per approfittare del nervosismo dei giocatori del Taranto dopo il pareggio allo scadere del primo tempo.

Per il resto, il Taranto ha controllato il pallino del gioco ed ha tentato in più di una circostanza di rimpinguare il bottino.

Inizio bloccato con entrambe le squadre che sentivano molto la pressione, ma anche grazie al pressing ossessionante dei centrocampisti che non lasciavano respirare i portatori di palla.

E così il primo acuto arriva in coincidenza con il gol del vantaggio del Taranto. La firma, al 27' del primo tempo, è di Molinari che però deve dividere il merito con Balistrieri abile a raccogliere un pallone errato di Vetrugno ed a mettere in movimento Molinari. Appena entrato in area l'avanti rossoblù è stato abile a superare l'incolpevole Peschechera.

Da quel momento in poi il Taranto, spinto anche da un pubblico interamente di fede rossoblù per effetto del divieto di accesso imposto ai supporter del Brindisi, è diventato letteralmente padrone del campo.

Ma si sa che nel calcio basta un attimo per cambiare tutto. E per il Taranto questo attimo è arrivato allo scadere del primo tempo quando Sicignano ha raccolto di testa un traversone proveniente da calcio d'angolo ed ha rimesso il risultato in parità.

Una autentica mazzata per giocatori e tifosi tarantini. Tanto che, come detto, nei primi 10 minuti della ripresa è stato il Brindisi ad avere almeno due nitide palle gol per l'incredibile sorpasso.

Ci hanno pensato le urla di Papagni dalla panchina a svegliare i giocatori del Taranto che al 20' si riportano in vantaggio: Clemente tenta di lanciare in area Balistrieri, ma il difensore del Brindisi Troiano tocca il pallone con il braccio e l'arbitro non ha dubbi nel concedere il penalty.

Sullo Iacovone cala un silenzio irreale quando Molinari deposita il pallone sul dischetto degli 11 metri. Poi l'apoteosi in campo e sugli spalti quando il pallone supera la linea bianca. E' il gol del successo finale.

Da quel momento, infatti, il Taranto non perde più il controllo del gioco ed anzi sono proprio i padroni di casa ad avere le migliori occasioni per rimpinguare il bottino. Ma non importa, al fischio finale il Taranto porta a casa tre punti preziosissimi per accorciare le distanze dalla vetta della classifica.

Il Bisceglie fa un grande regalo al biscegliese Aldo Papagni, bloccando sullo 0-0 il Marcianise in trasferta. Un pari che costa al Marcianise la testa della classifica che ora passa sulle spalle del Matera vincente in casa contro la Puteolana per 2-1.

La classifica nelle prime posizioni è la seguente:

Matera 42
Marcianise 41
Taranto 39
Francavilla 36
Brindisi 35
Turris 35
Monopoli 35