Calcio

Marco Tardelli, Taranto nel suo destino

Intervista esclusiva al Campione del Mondo di Spagna '82


Un autentico regalo per i lettori di Buonasera Spot, l'allegato settimanale dedicato allo sport del quotidiano Taranto Bionasera: una intervista in esclusiva ad uno dei campioni più amati del calcio italiano, autentica icona del Mondiale dell'82. Il suo "urlo" dopo il gol che piegò definitivamente la Germania nella finale di Madrid, è entrato nella leggenda. Parliamo, ovviamente, di Marco Tardelli.

Vi proponiamo un piccolo stralcio dell'intervista che si potrà leggere integralmente sull'edizione odierna di Buonasera Sport in distribuzione sabato e domenica.

Quel 17 novembre 1999 è una serata che gli sportivi tarantini ancora oggi ricordano con affetto sincero. Una data che resterà scolpita nella memoria di chi quella sera era tra i 25mila dello “Iacovone” che ospitò l’Under 21 di scena contro i pari grado della Francia.

Tardelli, cosa le ricorda lo Iacovone?

“Una serata magica ed un pubblico unico che ci spinse ad una vittoria indimenticabile contro la forte nazionale transalpina che aveva Henry e Trezeguet su tutti nel suo organico, fu una partita molto tirata in cui andammo subito in svantaggio e quindi riuscimmo a vincere solo nei tempi supplementari a fatica. Ma dico ancora oggi che i venticinquemila assiepati sugli spalti furono la nostra arma vincente, lo rimarco con affetto sincero perché solo un grande pubblico può spingerti nei momenti difficili ai risultati importanti e quella sera Taranto fu la nostra carta vincente. Taranto quella sera fu eccezionale ed ancora oggi ricordo tutto come se fosse ieri, ci incitò dal primo all’ultimo minuto e fui testuale nel dire che la nostra vittoria fu frutto proprio dell’apporto dell’intero stadio che era gremito in ogni ordine di posto, ma del resto conoscevo bene il pubblico rossoblù visto che ero stato anche da avversario quando giocavo e quindi sapevo che non avremmo fallito proprio perché c’era un calore unico che non trovi ad esempio in certi stadi del nord”.

(L'intervista integrale nell'edizione di oggi di Buonasera Sport)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche