Calcio

Papagni: “Basta con il Matera, torniamo a vincere”

Il tecnico rossoblù: “Contano solo i tre punti”


L'ultima domenica prima dell'inizio della Quaresima sarà caratterizzata dalla partita con la Puteolana. I tre punti non dovrebbero essere oggetto di discussione, almeno nelle intenzioni.

Aldo Papagni, molto contrariato per il risultato a reti inviolate di domenica scorsa a Lucera contro il San Severo, preferisce glissare su ipotesi di agganci in classifica e quant'altro, soffermandosi solo sul lavoro quotidiano. "Non sono preoccupato, ma semplicemente occupato a migliorare le nostre prestazioni e quindi monitorare giorno per giorno il lavoro sul campo. Contro i dauni sicuramente avremmo meritato la vittoria, i ragazzi si sono impegnati allo spasimo, alla fine è andata male perchè sono stati due punti persi, ma dobbiamo guardare avanti".

Il Matera intanto è andato a +5, c'è rammarico?
"Ho deciso che da oggi non parlerò più degli avversari, quindi non fatemi domande in merito, mi interessa solo la gara contro i partenopei che sono ostici e quindi difficili da battere, d'ora in avanti guarderò di allenamento in allenamento per limare gli errori commessi, non aggiungo altro".

Carloto sicuro assente, D'Angelo recupera?
"Spero di si, visto che ha un problema tendineo, ciò non toglie che mi auguro di poterlo recuperare per domenica. Molinari ha avuto qualche affaticamento ad inizio settimana, ma sta bene e quindi sarà regolarmente in campo, per il resto sono tutti a disposizione".

Giampiero Clemente da qualche mese stenta, come si spiega?
"Partiamo da una premessa coerente, quando sono arrivato ad ottobre scorso si fece male dopo il primo allenamento restando fermo per quasi un mese, quindi già questo serve a capire che ha dovuto convivere con un infortunio piuttosto difficile da assorbire nell'immediato, quindi anche a ridosso di Natale ha dovuto convivere suo malgrado con altri problemi fisici che gli hanno impedito di avere continuità. Questo significa molto, non dimentichiamo che ha anche un'età e che quindi gli infortuni sono più difficili da smaltire, sono sicuro che quando tornerà in forma sarà l'arma in più".

Il pubblico infine non manca mai con il suo incitamento.
"Sono profondamente rammaricato per i tifosi, sono come sempre schietto, visto che avremmo voluto dedicargli la vittoria, ci seguono ovunque in casa e fuori con grande passionalità e meriterebbero sempre il massimo. Il loro apporto è sempre stupendo, ma del resto so bene quanto i tarantini amino la loro squadra e come si riversano in massa allo stadio, meriterebbero uno scudetto all'anno per quanto sono unici, spero che contro la Puteolana possiamo ripagarli con una vittoria".
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche