x

x

Il Taranto a caccia dei tre punti per volare

La carica dei 400. Tanti sono pronti a seguire i rossoblù nella difficile trasferta di Vallo della Lucania contro il Gelbison e domani mattina numerose auto private

partiranno alla volta della Campania, la voglia di Taranto c’è tutta e solo la vittoria garantirebbe la conferma del primo posto, con la speranza che da Matera giungano notizie confortanti nel derby contro il Monospolis.

Assenti sicuri Grieco per squalifica, anche Miale (contrattura) e Pulci (influenza) non saranno in campo, per il resto tutti a disposizione del vate di Bisceglie che dovrebbe confermare il 3-4-1-2 con Clemente spalle a Molinari e Balistreri, stante anche l’ottima intesa che sussiste ormai da tempo tra questi ultimi due in fase avanzata.

Dopo la seduta di rifinitura svoltasi in mattinata allo stadio, la comitiva jonica si è messa in viaggio alla volta della località della provincia di Salerno, poche parole e molta concentrazione in Prosperi, al rientro dopo due turni di squalifica, e compagni, chiamati a dare continuità anche in trasferta dopo gli ultimi ottimi risultati coincisi anche con tre vittorie consecutive, sia pure non accompagnate da gioco di grossa levatura. In casa campana è tassativo tenere d’occhio la punta Gianmarco Tedesco, 13 reti all’attivo ed autentico spauracchio delle difese avversarie, ma di sicuro la difesa rossoblù dovrà cercare di assumere un atteggiamento meno permissivo e soprattutto più attento specialmente sulle palle inattive, stanti anche troppe reti al passivo che nelle ultime giornate sono apparse davvero discutibili.

Il tecnico del Taranto da par suo preferisce mantenere il silenzio e concentrarsi solo ed unicamente sulla partita di domani, il resto poi verrà da sè, alla supersfida di domenica prossima contro il Matera si inizierà a pensare da martedì, quello che conta ora è timbrare questi tre punti fondamentali per blindare la vetta.

Inizia quindi domani la prima delle sei finali che accompagneranno i rossoblù fino al 4 maggio venturo, un cammino irto di difficoltà e che soprattutto vedrà una serie di scontri diretti che potrebbero non poco cambiare il corso della classifica, chiaramente bisognerà avere maggior birra in corpo e cercare di non farsi prendere da fobie di nevrosi e quant’altro, stanti anche tre rossi comminati nelle ultime tre gare.

Le pesanti squalifiche di Prosperi, già scontata e domani al rientro e Grieco, il cui ritorno in campo salvo riduzione dovrebbe avvenire contro il Francavilla in Sinni la domenica delle Palme, parlano chiaro e non ammettono alcuna replica, questo gruppo ha troppi sbalzi di umore e non a caso spesso e volentieri sono state numerose le espulsioni, quindi un pò di calma e gesso non guasterebbe affatto.

Aggiungendo anche che, particolare non da poco, vi saranno tre scontri diretti consecutivi ed ulteriori assenze legate a cartellini rossi o cumuli di ammonizioni potrebbero pesare non poco in tal senso, ragion per cui mantenere i nervi saldi sarebbe sicuramente il surrogato migliore. Anche in casa lucana, sebbene il presidente Columella ha gettato acqua sul fuoco dopo le ultime polemiche, i rischi di qualche squalifica sono possibili, basti vedere il concitato finale contro il Grottaglie, il che pone in chiaro, indiscutibilmente, come bisogna sempre saper gestire al meglio ogni situazione.

Questo il probabile undici: Marani; Viscuso, Prosperi, Caiazzo; Ciarcià, Muwana, Picascia, Mignogna; Clemente; Molinari, Balistreri.