x

x

Salvatore Ciullo ci crede: “Io dico Taranto”

La febbre della supersfida sale sempre più col passare dei giorni con quattromila biglietti già venduti e la possibilità di poter incrementare maggiormente la possibilità di avere gli spalti ancor più pieni.

La curva nord, roccaforte del tifo rossoblù è pronta a stiparsi all’inverosimile con una coreografia pronta a dare il suo apporto a Clemente e compagni.

Intanto BuonaseraTaranto ha contattato l’ex tecnico del Brindisi Salvatore Ciullo, che ha affrontato entrambe le compagini oltre ad essere un ex di turno in casa materana che ha detto la sua sul derby appulo-lucano.

“E’ una partita fondamentale da ambo le parti, sicuramente con una vittoria il Matera (che farà a meno degli squalificati Pino e Fernandez, ndr) si troverebbe schiuse le porte per la promozione diretta, mentre al Taranto non ci sono altre alternative che non i tre punti per poter continuare a sperare nell’aggancio.

Qualcuno dice che giocano male entrambe?
"Si tratta pur sempre di due compagini che badano al sodo ed in questi momenti contano solo i risultati, non altro. Il Taranto può essere favorito anche grazie al pubblico”.

Lotta ancora aperta quindi?
“Sicuramente si, visto che anche il Marcianise non molla e si è confermata compagine di qualità, vincere come domenica scorsa a Grottaglie su un campo da sempre ostico non è poco, quindi avendo anche un organico di qualità se la giocherà anch’esso fino in fondo. Domenica sarò allo Iacovone, sto seguendo ultimamente anche i rossoblù in televisione e quindi sarà un piacere assistere ad una bella partita”.

Contemporaneamente ci sarà anche Monospolis-Francavilla, partita apertissima anch’essa?
“Non ci sono dubbi, visto che parliamo pur sempre di due signore compagini che sono ai vertici non certo casualmente. I lucani, pur dovendo fare a meno di Pisano in avanti per squalifica, sono una grossa realtà, non si vince per caso a Matera e poi ci si conferma ai vertici, quindi anche qui prevedo una sfida molto avvincente”.

Finale di campionato quindi ricco di sorprese?
“Non ci sono dubbi, sarà un un mese e mezzo questo ricco di suspance e l’equilibrio che vige sovrano nelle prime sei posizioni parla chiaro, sono sicuro che alla fine vincerà chi avrà più birra nelle gambe. Sono sicuro che il Taranto riscatterà la sconfitta di Vallo della Lucania e sfodererà una prestazione super, ma aggiungo anche che con l’apporto del suo pubblico meraviglioso riuscirà anche a risalire la china, sono fattori questi che contano in modo fondamentale”.