x

x

Euforia rossoblù, Riccardo Di Bari “vota” Taranto

Ieri pomeriggio era uno dei tanti addetti ai lavori presente al “Veneziani” al derby e la sua attenta ottica di valutazione della gara è stata come sempre impeccabile.

Ex direttore sportivo del Martina per cinque stagioni, zio di Vito, in forza ai rossoblù alcuni anni addietro ed attualmente al Venezia in Prima Divisione, Riccardo Di Bari, andriese di origine ed attualmente in giro per consulenze per varie società, ritiene importante l’affermazione rossoblù spendendo anche parole auree sul suo grande amico Aldo Papagni.

“I complimenti li merita di cuore Aldo, visto che ha saputo leggere attentamente come pochi la partita ieri con lo spostamento di Muwana al centro che è stata la chiave di lettura principale del successo. Poi è chiaro che il discorso promozione è ancora tutto da decidere, tenuto conto del fatto che ci saranno numerosi scontri diretti e che quindi ogni partita sarà sempre una battaglia, a mio parere avremo il quadro chiaro soltanto all’ultima giornata”.

Campionato equilibratissimo quindi?
“Non ci sono dubbi, mai come quest’anno è una lotta senza fine. Ma io starei molto attento alla Turris che si è riproposta autorevolmente, oltretutto sembra che abbia un calendario più alla portata, di certo sarà un finale stagionale ricco di incognite e di suspance”.

Il suo ultimo incarico risale nella sua Andria, oggi si aggiorna?
“Si, seguo partite di tutte le categorie, curo consulenze per alcune società. Sto sempre in giro ed amo aggiornarmi, seguire giovani talenti e valutarne le relative prestazioni, anche se non nascondo che ho voglia di tornare ad intraprendere un ruolo dirigenziale in un sodalizio”.

Il Taranto può farcela allora?
“Sicuramente questa vittoria è stata determinante per la vetta. Ma essendoci ancora molti scontri diretti il discorso è ancora in divenire, conoscendo bene Papagni, col quale mi lega un’amicizia da una vita anche al di fuori del campo, posso assicurare che saprà tenere a bada ogni entusiasmo”.