x

x

Marcianise-Taranto: 2-2. Rossoblù raggiunti due volte

Il Taranto si batte, soffre, si illude e poi vede allontanarsi la vetta della classifica al termine di una gara difficilissima sul terreno di una diretta concorrente. E ad approfittarne è il Matera che in trasferta supera agevolmente l'avversaria di turno.

Due volte in vantaggio, il Taranto si fa rimontare dal Marcianise che ha messo in campo tutto quello che aveva per non perdere lo scontro con i rossoblù.

Si gioca senza pubblico ed in un campo di patate a causa della pioggia battente caduta per l’intera mattinata. Un impianto assolutamente non idoneo all’importanza del match. Ma questo è un altro discorso.

La partita si sblocca subito. E’ il Taranto a rendersi pericoloso in un paio di circostanze, prima di passare in vantaggio. Al 9’ la firma è di Fabio Prosperi che di testa scavalca il portiere avversario, deviando in rete un cross di D’Angelo dalla tre quarti su calcio di punizione.

Un gol che galvanizza i tarantini e scuote i campani che provano immediatamente a reagire. E la pressione dei padroni di casa si fa sempre più intensa fino al pari al 32 con un gol spettacolare in rovesciata di Citro che raccoglie in area un pallone intelligente di D’Anna, anche lui in rovesciata.

Tutto da rifare per il Taranto che nel frattempo attende anche notizie dal Matera (impegnato in trasferta con il Real Hyria) e dalla Turris (che in casa se la vede con la Puteolana).

Il Taranto, però, ha un’arma in più: l’argentino Molinari che al 40’ sigla il suo 21esimo centro stagionale riportando in vantaggio i rossoblù. Splendida la sua conclusione dal limite che fulmina il portiere campano.

E sul 1-2 per gli jonici si chiude il primo tempo.

La ripresa riparte con il Marcianise di nuovo in pressione con Citro che sembra imprendibile per la difesa tarantina. E’ proprio un suo un cros sulla testa di Iadaresta al 6’ del secondo tempo a spaventare Marani che blocca.

Il Taranto è abile a chiudere tutti i varchi ai giocatori campani. E quando la difesa non ci arriva, ci pensa Marani a sbrogliare le situazioni più complicate. Come al 27’ della ripresa, quando il numero 1 rossoblù è stato chiamato ad una respinta coraggiosa in mischia.

Nel frattempo Molinari è stato costretto a lasciare il terreno di gioco per crampi ed al suo posto è entrato Clemente.

Ma la mazzata per il Taranto arriva al 32’ con Iadaresta che riceve un pallone tutto solo in area e non ha difficoltà ad insaccare. Un gol pesantissimo per la classifica, visto che solo qualche minuto prima il Matera si era riportato in vantaggio. 

Sono momenti difficili per il Taranto che subisce il contraccolpo psicologico, mentre i padroni di casa si caricano di entusiasmo. Ed i rossoblu terminano addirittura in 10 per l'espulsione di Clemente allo scadere del tempo regolamentare. 

Il risultato, però, non cambia più ed il Taranto torna in Puglia con un punto in più in classifica a due lunghezze dal Matera.

Questi i risultati delle gare più importanti di giornata:

Real Shyria – Matera: 1-3
Turris – Puteolana: 1-1
Marcianise-Taranto: 2-2
Real Metapontino-Monopoli: 0-1
Bisceglie-Grottaglie: 3-1

Questa la classifica del Girone H nei posti di vertice:

Matera: 61
Taranto: 59
Turris: 57
Marcianise: 56
Monopoli: 54