Calcio

Taranto-Marcianise: 3-2. I rossoblù ci credono. Ora il Monopoli

I gol del Taranto portano la firma di Molinari, Mignogna e Riccio


Molinari, Mignogna e Riccio trascinano il Taranto verso il secondo spareggio play off promozione. E mercoledì toccherà al Monopoli.

Ma non è stato facile. Il Taranto, però, ci crede. E l'ostacolo Real Marcianise è stato superato con la voglia, la grinta, la rabbia di chi sa ciò che vuole e sa come prenderselo. Del resto proprio il 2-2 di due settimane fa in Campania aveva fatto naufragare a qualche minuto dal termine del match il sogno promozione-diretta del Taranto a vantaggio del Matera.

E così, davanti a circa 5000 spettatori, il Taranto allo Iacovone si è vendicato e può continuare nella sua rincorsa verso quella che un tempo si chiamava serie C.

Nel primo tempo non c'è stata gara: il Taranto ha subito preso in mano le redini del gioco ed ha pressato senza lasciar respirare gli ospiti.

Ma bisogna comunque attendere il 25' del primo tempo per l'episodio che sblocca la partita: Molinari entra in area, offre la palla a Migoni che viene messo giù. Per il direttore di gara Dionisi di L'Aquila non ci sono dubbi: è calcio di rigore. Passa qualche interminabile minuto. Della trasformazione si incarica il capocannoniere del torneo: Hernan Molinari scaraventa un tiro centrale, ma potente e mette a segno il 23esimo centro stagionale.

Il pubblico è in delirio e trascina il Taranto che al 34' raddoppia. Mignogna si incarica di battere un calcio d'angolo e, invece, di crossare prova la magia: palla direttamente in porta. L'estremo del Marcianise tenta disperatamente la deviazione, ma finisce per toccare direttamente verso la propria porta. E' il 2-0 che sembrerebbe chiudere il match.

Nella ripresa, però il Real Marcianise tenta il tutto per tutto. Mentre il Taranto cominciava già a risparmiarsi in vista della gara di mercoledì prossimo. Lo testimonia l'uscita dal campo di Molinari. Ma gli ospiti non ci stanno e al 20' accorciano le distanze.

La difesa rossoblù perde un brutto pallone a centrocampo e scatta il contropiede ospite con Tenneriello che serve Di Ronza che di testa supera il numero 1 tarantino Masserano.

Neanche il tempo di riorganizzarsi ed il Taranto deve fare i conti con l'espulsione di Pulci per gioco falloso. Una mazzata per i rossoblù che rischiano di sciupare tutto. Il Marcianise aumenta la pressione ed il Taranto vacilla. Ma non cade.

E proprio su una ripartenza arriva il terzo gol del Taranto: al 38' Vivacqua appoggia per Riccio che dai 25 metri tenta la conclusione a giro che beffa il portiere avversario piazzato qualche metro in avanti rispetto alla linea di porta.

E' il gol della sicurezza. Il Marcianise continua a spingere ed al 44' trova anche il gol con Iadaresta addirittura di petto. Ma è troppo tardi per gli ospiti. Il Taranto vince per 3-2 e punta il prossimo avversario: il Monopoli che ha travolto 0-5 la Turris in trasferta.

La sfida è lanciata. Si gioca mercoledì 14 maggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche