x

x

Campitiello: “Rossoblù, ripartiamo insieme”

Ufficiosamente il Taranto è passato nelle mani dei fratelli Campitiello di Pagani, titolari della Jomi Salumi ed ora non resta che ultimare alcuni dettagli prima del sospirato nero su bianco che chiuderà una situazione societaria che negli ultimi tempi è stata notevolmente travagliata.

“La nostra proposta è stata accettata” ha detto Domenico, uno dei due fratelli “bisogna solo sistemare dei piccoli dettagli ed entro la prossima settimana dobbiamo completare l’opera, tenuto conto che venerdì 11 scadono le domande di iscrizione al campionato di serie D. Abbiamo programmato una riunione tecnico-organizzativa e ci sarà molto la lavorare, sulla questione allenatore quindi glisserei un momento, visto che ci sono prima contingenze da completare”.

Obiettivo ripescaggio?
“Sicuramente prendere parte alla Lega Pro comporterebbe il poter programmare come vorremmo, visto che è sufficiente una fidejussione a garanzia di tutto ciò, ci proveremo ma non è certo una cosa semplice, anzi, direi che è un miraggio. Quindi pensiamo ad allestire una buona squadra per vincere la serie D, questo sarà il nostro primo obiettivo, poi eventualmente si penserà al resto”.

Montervino nuovo direttore sportivo?
“Sì, su questo confermo senza ombra di dubbio, visto che smetterà di giocare e quindi ricoprirà questo nuovo incarico, oltretutto è tarantino e conosce bene l’ambiente. Poi, dipende da lui, se vorrà fare un altro anno in campo. La programmazione è molto importante e quindi dobbiamo fare tutto in meno di un mese, non abbiamo oltretutto molto tempo a disposizione”.

Molinari intanto è andato al Brindisi, una perdita dolorosa?
“Purtroppo sì ma non possiamo farci niente, sul fronte dell’organico valuteremo al tempo opportuno ogni altra questione.
Intanto pensiamo a completare l’iter del passaggio di proprietà, poi terremo una conferenza stampa ed esporremo i nostri progetti”.