Calcio

Steward del Taranto calcio, indagine della Polizia

Intanto al capolinea la trattativa per la cessione: in serata la comunicazione dei fratelli Campitiello, ma Nardoni dovrebbe restare nei quadri dirigenziali


La Polizia di Stato, in vista della  prossima stagione calcistica, ha acquisito presso la sede del “Taranto Calcio F.C.” documentazione finalizzata alla verifica della sussistenza dei requisiti per l’attribuzione della qualifica di steward e lo svolgimento della relativa attività.

Intanto in attesa di un comunicato ufficiale, che verrà diramato dai fratelli Campitiello entro la serata di oggi, sembra che qualcosa si stia definitivamente muovendo in seno al tanto atteso passaggio dei poteri in seno alla navicella rossoblù.

I due imprenditori alimentari originari di Pagani sono quindi pronti ad acquisire la maggioranza delle quote con l’aggiunta che l’attuale presidente Fabrizio Nardoni resterebbe all’interno dei nuovi quadri dirigenziali, ragion per cui in settimana dovrebbero finalmente smuoversi le acque in attesa del “parto” definitivo.

Il garante della situazione, il tarantino Francesco Montervino, contattato da BuonaSeraTaranto, ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito, rimarcando testualmente soltanto che si parlerà al momento opportuno, togliendo quindi chiacchiericci e giri di parole al momento del tutto inopportuni.

Quindi la nostra testata ha contattato Domenico Campitiello, il quale, tra un impegno e l’altro di lavoro nella sua azienda in Campania, ha tenuto a precisare, senza sbilanciarsi più di tanto, che sembra che finalmente le premesse siano buone per arrivare alla tanto attesa fumata bianca che potrebbe quindi concretizzarsi ufficialmente nel fine settimana.

“Probabilmente è la volta buona che tutto si risolva nel migliore dei modi”, queste le parole del diretto interessato che poi ha preferito non dilungarsi in merito, precisando che, a tempo debito, si parlerà di tutto dettagliatamente. La situazione quindi, dopo oltre un mese di tira e molla, liti e tensioni, sembra finalmente aver assunto una svolta concreta, sebbene il condizionale è sempre d’obbligo usarlo, stanti situazioni passate in merito che prima avevano contorni positivi e quindi successivamente si invertivano all’opposto. Sembra definitivamente tagliato fuori infine Pasquale Di Cosola, interessato anch’egli al pacchetto di maggioranza e che aveva anche rilanciato la sua offerta, anche qui ovviamente si rimane nel campo ipotetico visto che, è storia da sempre, la vita di questa società ha spesso e volentieri vissuto periodi molto tormentati.

Un dato di fatto è certo, la dirigenza uscente per mano del direttore generale Domenico Pellegrini, ha effettuato senza problemi l’iscrizione al prossimo campionato di serie D, sul fronte di un’ eventuale riammissione d’ufficio in Lega Pro unica al momento i posti liberi sono tre ma potrebbero diventare quattro qualora il Novara, retrocesso dalla cadetteria, venga reintrodotto in serie B in quanto al momento, dopo la rinuncia del Siena, vi è una casella vuota.

Il discorso in questione però è contorto, visto che si punta ad un torneo cadetto senza ripescaggi e quindi attualmente a 21 compagini, sebbene, complici contingenze televisive, si vuole farlo restare in numero pari e quindi a 22 come avviene da alcuni anni, questo comporterebbe se non altro un vantaggio proprio per il Taranto che, anche qui ipoteticamente parlando, potrebbe sperare ancora entro lunedì prossimo, data inderogabile di scadenza delle domande per le riammissioni d’ufficio, di poter ritrovare i professionisti dalla porta di servizio. Campitiello sembra escludere la possibilità di un possibile ripescaggio per contingenze cronologiche, anche qui è tutto un discorso in divenire, di sicuro sta un fatto, la svolta sembra prossima ed in serata avremo un quadro più chiaro a livello cognitivo.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche