Calcio

Taranto corsaro. Per la vetta c’è Passiatore

Il tecnico tarantino, con il suo Monopoli, cercherà di fermare il Gallipoli rivelazione. A Brindisi Chiricallo in bilico, contattato Aldo Papagni


La classifica parla chiaro e non ammette repliche. Gallipoli, neopromosso, in testa e Taranto secondo a due lunghezze.

Si possono dire tante cose, esplicitare tante ipotesi con o senza costrutto, enunciare frasi tipiche da bar o da chiacchiericci da anziani nei parchi pubblici, di certo questo Taranto ha ridato entusiasmo alla sua tifoseria con l’aggiunta di un organico incompleto e con ben tre punti di vantaggio sul Brindisi che, pur vantando gente di peso come Molinari e Danucci, si trova addirittura relegato nella parte destra della classifica. A soccorrere gli adriatici potrebbe essere Aldo Papagni.

Il 3-0 in terra lucana è netto e conciso, non si possono aggiungere attributi di altro stampo, stante il fatto che comunque era fondamentale zittire le tante critiche dopo il pari interno contro la Cavese (ieri vittoriosa) e la mancanza di perni di qualità in grado di completare una rosa che comunque, pur se numericamente ancora da rimpinguare, ha timbrato ben sette punti.

Domenica il derby contro il Bisceglie, a pari merito con Genchi e compagni, potrebbe schiudere addirittura la vetta in caso di vittoria visto che a 100 km di distanza più a sud vi sarà un’altra sfida a carattere regionale tra Gallipoli e Monopoli con il particolare riferimento che, come tutte queste sfide, potrebbe uscire fuori la sorpresa e quindi un’intera città è pronta a fare il tifo per Francesco Passiatore, uno che oltretutto sinora ha ben figurato coi biancoverdi, vittoriosi anch’essi oltretutto.

Da domani si tornerà a lavorare quindi con la conscia e coerente mentalità di resettare subito questo successo e prepararsi con scrupolo al primo dei due derby consecutivi che costituiranno un crocevia fondamentale in proiezione presente e futura, il tecnico Favo è stato categorico ed esplicito sul volare basso e tenere la testa alta, del resto l’uomo del Maschio Angioino di stanza sulle spiagge del Conero marchigiano ha dalla sua esperienza in categoria e quindi una certa cognizione di certe situazioni volte in un attimo dall’esaltazione alla depressione e viceversa.

Un dato di fatto appare inimpugnabile, a Vallo della Lucania ed a Francavilla in Sinni saranno in pochi ad uscire imbattuti, qualcuno sosterrà il tutto a parti rigorosamente invertite stante forse la poca forza di queste due compagini, il prosieguo stagionale dirà la sua in merito ed indiscu-tibilmente.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche