22 Aprile 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Aprile 2021 alle 15:06:21

Calcio

Il Taranto punta sui tifosi

Prezzi giù e ingresso gratuito per le donne: si scommette sullo Iacovone


TARANTO – Prezzi ancora una volta favorevoli per incentivare un buon afflusso di tifosi domenica allo “Iacovone” con la curva che costerà euro 7.50, la gradinata 11.50, la tribuna laterale 18.50 e la centralissima 48.50 più 1.50 di prevendita. Le donne com’è noto avranno accesso gratuito in gradinata con i biglietti che si potranno ritirare presso la segreteria della sede sociale sita allo stadio, quindi la carica dei cinquemila potrebbe essere tale contro la Scafatese.
Intanto i rossoblù, compreso il nuovo acquisto Inacio Pia, si stanno
regolarmente allenando con grande concentrazione in vista della difficile gara contro i campani e lo stesso brasiliano naturalizzato italiano di stanza a Bergamo da anni è pronto a dire la sua in un reparto, quello avanzato, bisognoso a sua volta di un centrattacco di peso da almeno venti reti a stagione.
La sfida contro la compagine salernitana rievoca in casa jonica, tornando a ritroso di vent’anni, un dolcissimo ricordo, ossia la vittoria per 4-2 nell’ultimo turno della stagione 1994-95, anche allora in serie D, con la promozione già acquisita nella vecchia C2 da una settimana e con le luci dello “Iacovone” che nell’occasione si accesero per una notturna d’altri tempi in cui i ragazzi di Ivo Iaconi, oggi al timone del Brescia in serie B, dimostrarono da par loro di voler chiudere in bellezza una stagione in cui arrivò anche lo scudetto di categoria nella doppia finale contro il Tolentino di Fabrizio Castori, attualmente tecnico del Carpi sempre tra i cadetti.
Frammenti di un calcio diverso e soprattutto passionale, fu oltretutto l’unica promozione conquistata sul campo in questa categoria nella storia rossoblù, erano i tempi di Piero Caputo e Loriano Cipriani in avanti, di Luigi Imparato tra i pali oltre al “ribelle” Sossio Aruta che comunque andò anch’egli a segno
in modo prolifico per tutto il campionato e la fase tricolore.
Sarà anche un derby per il presidente Domenico Campitiello, originario di Pagani (15 km da Scafati) e che oltretutto conosce molto bene la zona in questione e non solo calcisticamente parlando, quindi bisognerà “bagnare” il primo successo casalingo nel migliore dei modi. La classifica del resto parla chiaro, sei punti dalla capolista Gallipoli sono recuperabili e quindi il tempo per poter risalire la china ci sono tutti, servono solo calma e gesso, su questo il tecnico Favo, bisogna ampiamente riconoscerglielo, sta davvero lavorando in modo concreto ed attivo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche