Calcio

Campitiello non si ferma. Non basta l’80 per cento del capitale sociale

La ricapitalizzazione della società rossoblù


Acquisito l’80% delle quote societarie dal presidente Domenico Campitiello che ha anche provveduto a ricapitalizzare con il versamento di 180mila euro, ora l’imprenditore originario di Pagani punta ad avere in mano il 90-95% lasciando il restante 5% alla Fondazione Taras.

Con l’uscita di scena dell’ex presidente Fabrizio Nardoni che ha ceduto le sue quote e degli altri soci di minoranza, la società rossoblù si sta ormai avviando ad un nuovo ciclo dirigenziale importante che potrebbe prossimamente vedere importanti novità anche sul fronte mercato che tra circa 40 giorni vedrà aperta la sessione invernale.

Intanto in vista del derby di domenica a Monopoli bisognerà assolutamente cercare di riprendere confidenza con la vittoria per risalire ulteriormente la china in classifica e stare a ridosso delle prime, augurandosi magari che il Grottaglie, di scena a Gallipoli, possa fare uno sgambetto ai giallorossi di Volturo, a loro volta in attesa dei tre punti d’ufficio contro il San Severo dopo la sconfitta maturata sul campo.
Non ci sono dubbi che bisognerà presentarsi al “Veneziani” con un piglio autorevole volto alla timbratura di un risultato importante e soprattutto col conforto di una prestazione di taglio confortevole, cosa che, specialmente nelle ultime tre gare, si è visto davvero ben poco ed allora il tecnico Massimiliano Favo avrà dalla sua l’arduo compito di introdurre nel gruppo la giusta miscela adeguata per risalire la china in un campionato, giusto rimarcarlo, ancora tutto in fase di divenire.

Lo scorso 6 aprile fu una zuccata di Pietro Balistreri a sancire un successo pesantissimo in una gara molto tesa e nervosa, sebbene alla fine la promozione sfumò per i due punti gettati alle ortiche alla penultima giornata a Marcianise.

La parola ora passa al campo, unico giudice insindacabile.

Perchè i campionati, è rinomato urbi et orbi, si vincono anche col minimo scarto a partita e con una difesa di ferro, un esempio? I rossoblù del compianto Roberto Clagluna, stagione di C1 1989-90, vinsero il girone B con 41 reti all’attivo e sole 17 al passivo col Giaguaro Giampaolo Spagnulo imbattuto per 956' da ottobre 1989 a marzo 1990, la matematica del resto è sempre scienza esatta e non ammette surrogati.

Arbitro designato sarà il signor Agostini della sezione di Bologna.              
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche