Calcio

Quando il Mito Riva giocò al “Salinella”

Il ricordo tarantino di Rombo di Tuono


Chi è Gigi Riva? “Quando vedevo che alle 11 lo stadio era già pieno, capivo che per i sardi il calcio era tutto. Ci chiamavano pecorai e banditi in tutta Italia e io mi arrabbiavo. I banditi facevano i banditi per fame, perchè allora c’era tanta fame, come oggi purtroppo. Il Cagliari era tutto per tutti e io capii che non potevo togliere le uniche gioie ai pastori. Sarebbe stata una vigliaccata andare via”.

Ecco chi è Gigi Riva, il Mito, Rombo di Tuono secondo l’immortale definizione di Gianni Brera.

Il più grande centravanti italiano di tutti i tempi e, dicono quelli che di pallone ne capiscono, il più grande calciatore tout court del nostro football. L’Italia, calcistica e non, ha celebrato ieri i settant’anni dell’hombre vertical, il lombardo che, appena arrivato sull’isola, voleva scappare dalla Sardegna ma poi se ne innamorò, diventandone il simbolo. Più sardo dei sardi, uno capace di dire no all’avvocato Agnelli ed alla sua Juve, all’Inter ed al Milan. Portò la Sardegna ad uno storico scudetto, e l’Italia al trionfo europeo del 1968 ed alla finale mondiale del ‘70. Taranto ha avuto il privilegio di vederlo dal vivo, il Mito, quando la Coppa Italia portava al Salinella il gotha del calcio italiano. Era il 29 agosto ‘73, Taranto-Cagliari 0-0.

I rossoblù avrebbero chiuso il campionato di B al quinto posto, miglior piazzamento della storia. Il Bari finì penultimo, retrocesso in C. Il secondo campionato nazionale stava stretto ad una città che sognava in grande, non solo sul campo di calcio. Taranto che non aveva paura di nessuno, in quello stadio che dopo sarebbe stato intitolato ad un altro Mito, la cui morte avrebbe segnato la fine della nostra età dell’innocenza. Ma in quel caldo agosto del ‘73 sembrava che niente di brutto potesse accadere qui, dove il Futuro sorrideva, come i tarantini. Quanto ci vorrebbe, oggi, a Taranto, un Gigi Riva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche