06 Maggio 2021 - Ultimo aggiornamento il: 06 Maggio 2021 alle 15:58:04

Calcio

Disoccupati, ma tifosi. Domenica ingresso gratis allo Iacovone

Il Taranto: chi non ha un lavoro potrà entrare senza spendere un euro. Stasera l’evento benefico con la Ferrari


“Occupa la tua passione”. Il nome non è bellissimo, l’iniziativa invece sì.

“Per domenica 23 novembre in occasione dell’impegno casalingo che i rossoblu sosterranno contro la Polisportiva Sarnese alle ore 14.30 allo Iacovone” si legge in una nota del Taranto Fc, “la società lancia l’iniziativa Occupa la tua passione. Tutti i tifosi che attesteranno il proprio stato di disoccupazione, infatti, riceveranno un tagliando di ingresso omaggio che permetterà loro di assistere al match nel solo settore di gradinata. Sarà possibile ritirare il biglietto omaggio presso la segreteria della società allo stadio Erasmo Iacovone (Porta 8 Lato Tribuna) venerdì 21 e sabato 22 novembre al mattino dalle ore 10 alle 13 e al pomeriggio dalle ore 15 alle 19 presentando il proprio stato occupazionale che attesti la disoccupazione”.

Stasera, poi, sempe allo Iacovone l’evento voluto dalla Scuderia Ferrari Club Taranto per la realizzazione del Reparto di Oncoematologia Pediatrica all’ospedale Moscati. Il progetto nasce sulla base di un concorso indetto dalla Regione Puglia per dieci posti letto per Taranto per Oncoematologia Pediatrica. La Scuderia Ferrari Club Taranto ha chiesto all’Asl di avviare un rapporto di collaborazione finalizzato alla fornitura di tutto il necessario per adattare e portare a norma i locali della struttura che verrà messa a disposizione dell’azienda sanitaria, con opere murarie e con la fornitura di tutto il necessario per adattare e portare a norma i locali e con la fornitura di suppellettili necessari ad avviare il tutto per rendere operativo nel più breve tempo possibile il reparto. Clou della manifestazione, la partita delle 20.30 tra i rossoblù e la Scuderia Ferrari Club Taranto. Ticket d’ingresso di 7 euro per la tribuna, il ricavato verrà completamente devoluto al progetto.
Giovanni Di Meo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche