22 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Settembre 2021 alle 09:59:00

Calcio

Passiatore, assist al Taranto

Il Monopoli ferma l’Andria e il campionato ora può davvero riaprirsi


Un tarantino doc da ringraziare, al secolo Francesco Passiatore che ha sconfitto la Fidelis Andria al timone del Monopoli, ed i “cugini” del Brindisi per aver rifilato da par loro una pesante sconfitta al Potenza.

L’affermazione di Scafati, un 3-1 meritato frutto dei sigilli di capitan Prosperi, Genchi e D’Avanzo, ha consentito in un batter baleno sia di ridurre il distacco di sole tre lunghezze dai lucani nella corsa al secondo posto che di nove dalla capolista ed ora si può davvero iniziare a sognare in primis l’aggancio agli uomini di Giacomarro.

Il calendario tra sette giorni opporrà i rossoblù proprio ai biancoverdi adriatici, già a loro volta corsari allo “Iacovone” in coppa Italia a settembre scorso, tra le mura amiche anche se il Potenza avrà un match sulla carta abbordabile in casa contro l’Arzanese e la stessa Fidelis Andria riceverà sempre sul suo terreno la Sarnese.

Ma al di là di calcoli e tabelle, questo Taranto finalmente gioca e diverte, notizia non da poco tenuto conto anche dell’ottimo carattere trasmesso dal tecnico Pierfrancesco Battistini che, in poco più di un mese ha già dimostrato di avere la tigna giusta che ha trasmesso da par suo a Genchi e compagni.

Non bisogna escludere nulla, nemmeno il primo posto, visto che comunque nove punti sono ampiamente recuperabili ed i giochi sono apertissimi da qui al 10 maggio prossimo, ragion per cui occorre ora soltanto dare continuità ai risultati, tenuto conto anche, particolare non da poco, che il Monopoli dopodomani avrà la gara di andata della semifinale di coppa Italia di serie D al “Veneziani” contro la Lupa Castelli Romani, in testa nel girone G e vicinissima ad uno storico ritorno nei professionisti (prima si chiamava Lupa Frascati che visse anche anni di C2) e quindi si presenterà al derby di domenica prossima con maggiore stanchezza fisica e mentale nelle gambe.

Il presidente Domenico Campitiello gongola e guarda avanti con fiducia, anche se per arrivare alla supersfida del 29 marzo contro i murgiani di Giancarlo Favarin mancherà ancora un mese e quindi ci saranno altre gare molto delicate da vincere assolutamente. Di sicuro il pubblico potrebbe incrementarsi come quantitativo visti gli ottimi risultati, di questi tempi è sicuramente qualcosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche