Calcio

Pierfrancesco Battistini: “A Pomigliano? Gara insidiosa”

Alla vigili della trasferta in terra campana parla l’allenatore dei rossoblu: “Pronti al riscatto”


Una rotta da invertire assolutamente contro un Pomigliano comunque da lui temuto e rispettato.

Uomo equilibrato e dalla tempra decisa, Pierfrancesco Battistini vuole riscattare il pari contro il Monopoli ed ha tenuto a rapporto attentamente il gruppo durante la settimana allo scopo di riscattare il passo falso nel derby.

“Rivisitando la gara di domenica ho tastato con mano che abbiamo disputato un ottimo primo tempo ed una ripresa poco succosa. La loro rete del pareggio è stata frutto di una disattenzione difensiva notevole, ora dobbiamo solo rimboccarci le maniche ed avere la massima concentrazione contro un avversario ostico che ha sconfitto la Fidelis Andria nel girone di andata e che comunque ha dalla sua un organico di qualità a discapito della classifica che a mio parere non rispecchia a dovere i valori di questa squadra. Poi Francioso è un allenatore preparato e che ha trasmesso carattere al suo gruppo, quindi esigo massima attenzione”.

Tranne Oretti recuperano Gabrielloni, Gaeta e Mignogna?
“Dovrebbero essere tutti a disposizione, quindi farò poi le mie scelte al momento opportuno. Sono orgoglioso dell’impegno profuso dai ragazzi sia in allenamento che in partita oltre che di questo pubblico stupendo, se mi dite che contro il Gallipoli nove anni fa c’era lo stadio interamente pieno nella notturna vuol dire che sarà nostro dovere riportare quanta più gente possibile sugli spalti. Perché i risultati sono l’unica appendice decisiva per avere entusiasmo tra i tifosi ed allora è imperativo categorico dei miei ragazzi e del sottoscritto timbrare quanti più punti possibili per avere più di cinquemila persone come domenica scorsa”.

Il caso D’Agostino sembra finalmente arrivato ad una svolta.
“Se ne è parlato anche troppo e preferisco non dilungarmi. Preferisco badare al campo ed ai nostri obiettivi, quindi il resto verrà da sé e ne prenderemo atto in un verso o nell’altro. Dobbiamo solo pensare a fare risultato e risalire la china per mantenerci a galla nelle posizioni che contano, poi è chiaro che più pubblico si avrà nelle prossime gare in casa e meglio sarà. Sono anche molto contento di queste iniziative lodevoli intraprese dalla società come il cineforum ed il Passalibro, è importante sempre avere contatto con la gente ed anche gli incontri nelle scuole con gli studenti sono un ottimo viatico per avere una sinergia squadra-città”.

Cosa teme del Pomigliano?
“Squadra ostica che comunque può mettere in difficoltà in ogni momento. Del resto ha anche pareggiato 3-3 a Potenza contro un signor avversario, questo a conferma di come le partite scontate non esistono mai. Dobbiamo solo mantenere alta la concentrazione ed avere grande carattere dal primo all’ultimo minuto, senza mai perdere la bussola o la calma, l’esperienza vissuta in questa categoria mi ha insegnato molto in merito”.

Lunedì il tecnico rossoblù sarà a Coverciano per l’assegnazione della panchina d’oro e d’argento oltre che per un corso di aggiornamento promosso dalla scuola allenatori del centro tecnico di Firenze in aggiunta al fatto che è anche impegnato nella fase di abilitazione al Master Uefa B del settore.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche