18 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 18 Settembre 2021 alle 21:07:14

Calcio

Pierfrancesco Battistini: “Ora niente calcoli”

Primo posto impossibile dopo la mancata penalizzazione dell’Andria? “Pensiamo a vincere, poi ci penseremo. Voglio i tre punti”


Il derby contro il Gallipoli è alle porte e Pierfrancesco Battistini, uomo di campo senza altri fronzoli per la testa, inquadra solo questa sfida e basta.

Del resto lui è fatto così, non ama chiacchiere e salotti con l’occhio proteso unicamente verso il green di gioco.

“Sulla vicenda D’Agostino la società ha scelto il silenzio ed ho apprezzato in toto la decisione intrapresa. Per principio mio personale amo guardare solo al terreno di gioco e basta, non sto qui a soppesare questa o quella cosa, quindi dobbiamo solo concentraci in vista di una partita difficile contro un avversario che ha ben figurato contro la capolista domenica scorsa. Ora è fondamentale e lo rimarco sempre, timbrare punti e poi tireremo le somme al momento opportuno”.

Saltata la notturna si giocherà di pomeriggio, dispiaciuto?
“Mi hanno raccontato che alcuni anni fa ci fu uno spettacolo stupendo proprio allo “Iacovone” con un pubblico meraviglioso, anche se terminò in parità (0-0). Pazienza, giocare di pomeriggio o di sera cambia poco, di sicuro avremo l’apporto del nostro pubblico e questo è l’aspetto che conta maggiormente. Solo a vedere mille tifosi giovedì all’allenamento è stata una cosa stupenda, li ringrazio di cuore per averci incitati”.

Oretti e Gaeta out anche oggi?
“Si, purtroppo non saranno disponibili. Il primo ha bisogno di tempo per recuperare, il secondo sarà a disposizione per la prossima gara di Sarno. Per il resto il gruppo è abile ed arruolato, ora sarà fondamentale vincere contro i salentini, tenuto conto oltretutto che l’unica vittoria del Taranto contro i giallorossi è vecchia di quasi otto anni, quindi è ora di invertire la tendenza”.

Discorso primo posto chiuso a questo punto?
“Non è precluso ancora nulla, restano due mesi di campionato. Quindi pensiamo a fare più punti possibili, poi vedremo come si svilupperanno gli eventi, non faccio calcoli per carattere e quindi lascio che il tutto venga da sé. Ho la fortuna di avere alle spalle un’ottima dirigenza costituita da persone perbene e di rango, quindi pensiamo ora solo a vincere le partite dando il massimo sul campo. Dobbiamo solo mantenere alta la concentrazione e sapercela giocare con tigna senza mai smarrire la bussola, questo è fondamentale”.

Il tarantino Francesco Passiatore ha condotto il Monopoli in finale di coppa Italia, cosa si sente di dirgli?
“Gli faccio di cuore i complimenti, doveroso. Questo certifica come il pareggio contro i biancoverdi, cui molti hanno storto il naso, è maturato contro una signora squadra che ha sconfitto la capolista e che ha fermato il Potenza rimontando due reti di svantaggio. Non è un risultato di tutti i giorni centrare una finale di coppa Italia di categoria, avendone vinta una col Perugia so benissimo quanto è tortuoso il cammino in queste circostanze”.

Gallipoli comunque da non sottovalutare.
“Ovviamente no. Ho studiato in dvd l’ultima partita contro la Fidelis Andria e tastato con mano che sanno giocare e tenere bene palla. La loro classifica è chiara, sono ormai a pochi passi dall’obiettivo permanenza e credo che questo testimoni ampiamente che avremo dinanzi una compagine molto insidiosa e poi nei derby si sa che i pronostici sono sempre difficili. Basti vedere che il Taranto ha spesso avuto vita difficile contro questa squadra, qualcosa vorrà pur dire, quindi confido in una prova di maturità dei miei ragazzi esortandoli a non perdere mai di vista lo spirito cooperativo”.                      
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche