Calcio

Grottaglie, “Una sconfitta immeritata”

Contro la capolista Andria i biancazzurri hanno lottato sino alla fine e pagato dazio per due rigori di cui uno molto dubbio


GROTTAGLIE – Tre rigori e derby alla capolista Fidelis Andria.

I tiri dal dischetto, uno a favore dei biancazzurri di Pettinicchio e realizzato da Faccini per il momentaneo pari e due per il team di Favarin, hanno contornato il match del “D’Amuri” con un successo pesante in casa murgiana.

La classifica ora inizia a preoccupare, visto che la Puteolana si è fatta sotto ed è a sole tre lunghezze con la permanenza diretta che adesso dista ben cinque punti, col presidente Leo D’Amicis  molto amareggiato.

“Il primo rigore è sicuramente da rivedere visto che è scaturito dagli sviluppi di un angolo, mentre il secondo è stato frutto di un’ingenuità enorme di un nostro difensore. Perdere contro la capolista ci può anche stare ma è anche vero che siamo stati sfortunati visto che i ragazzi, aggiungendo il particolare che in extremis è venuto a mancare l’apporto di Bongermino per infortunio, hanno dato tutto e costruito buone occasioni.

Ora ci attenderà un trittico di gare molto insidioso da qui alla pausa di Pasqua, con due trasferte consecutive a Sarno e Potenza per concludere il tutto contro il San Severo in casa nel turno infrasettimanale di inizio aprile,  ci giochiamo un’intera stagione in poco più di quindici giorni”.

In Campania mancherà Portosi (diffidato, sarà squalificato).
“Un’assenza anch’essa delicata ma ormai ci siamo abituati.Dobbiamo assolutamente riprendere a fare punti altrimenti rischiamo anche di finire più in basso, visto che abbiamo appena tre punti di vantaggio sulla penultima e quattro sull’ultima (le ultime due retrocedono direttamente in Eccellenza)”.

La Fidelis Andria è da promozione secondo lei?
“Non mi è sembrata in grandissimo spolvero ad onor del vero. Certo, i punti che ha sinora conquistato sono tutti meritati ed aveva al seguito ben seicento tifosi oltretutto (clima tranquillissimo sugli spalti) ma sono dell’avviso che lo scontro diretto dello “Iacovone” di fine mese sarà molto determinante. Ho notato tuttavia che è in calo fisico e mentale, non a caso ha vinto grazie a due tiri dal dischetto, quindi questo lascia molto pensare. Anche lo stesso Potenza ha vinto a fatica nel finale, oltretutto il 29 andremo in Basilicata e magari potremmo anche fare un grosso favore agli amici di Taranto”.

Nel prossimo turno il Gallipoli e quindi il Grottaglie affronteranno i rossoblù lucani di Mimmo Giacomarro, il gioco delle tre carte è ancora aperto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche