21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 09:58:00

Calcio

Taranto calcio, una vittoria per la rimonta

In vista della trasferta di Arzano, l’unico indisponibile resta Fabio Oretti


Una trasferta, sulla carta fattibile ma in realtà da tenere d’occhio e non sottovalutare affatto, ad Arzano per continuare a sognare.

Ogni partita, è rinomato urbi et orbi, fa sempre storia a sè, su questo non ci sono dubbi ma è altrettanto vero che in casa rossoblù, sotto sotto, si cerca di apportare la remuntada alla capolista.

In aggiunta al fatto di uno scontro diretto, domenica 29, che sarà fondamentale sotto tutti i punti di vista, in quanto un’affermazione di Genchi e compagni (i quattro squalificati rientreranno proprio nell’occasione) ridurrebbe a sei i punti di distacco dalla capolista ed oltretutto riaprirebbe non poco la situazione promozione.

Calcoli o no, è fondamentale arrivare al match clou stagionale almeno con il distacco attuale, poi i giochi fino al 10 maggio sarebbero apertissimi in aggiunta al fatto che vi sarà il 12 aprile un altro big match casalingo contro il Potenza, attualmente secondo. Bisogna poi partire da un altro presupposto, ossia ribaltare anche le sconfitte dell’andata contro murgiani e lucani in quanto un’eventuale arrivo a pari merito in classifica (cosa possibile) comporterebbe di conseguenza anche i calcoli della differenza reti e degli scontri diretti, attualmente a favore di biancazzurri e rossoblù lucani che hanno vinto le gare dell’andata. I giochi quindi sono apertissimi e nulla vieta di sognare, sarà come sempre il campo a sancire il giudizio supremo in tal senso, anche se questo Taranto, da quando siede in panchina Battistini, ha acquisito una sua fisionomia vincente e precisa come non accadeva da tempo. Bisogna poi aggiungere un altro fattore, anch’esso non da poco, ossia che spesso questi campionati vengono decisi all’ultimo secondo come è accaduto l’anno scorso alla Lucchese che ha conquistato la Lega Pro all’ultimo secondo dell’ultima partita, tangibile segno di come tutto è possibile, non solo in ossequio al famoso spot interpretato dal comico barese Uccio De Santis.

Intanto bisogna vincere in Campania e con quattro pedine fondamentali in meno sarà un’impresa non da poco, quindi si penserà al derbyssimo contro la compagine di Giancarlo Favarin.

Genchi, Gabrielloni, Russo e Ciarcià si riposeranno a loro volta a dovere per via del turno di stop inflittogli, sotto sotto non è poi un errore tenerli freschi ed in canna.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche