“Taranto calcio, necessario il secondo posto” | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Calcio

“Taranto calcio, necessario il secondo posto”

Gesualdo Albanese: “Per gli spareggi adesso non si può sbagliare”


In Puglia ha allenato a fine anni Ottanta a Barletta, Primavera e prima squadra, lanciando nel grande calcio anche ex rossoblù come Nicola Di Bitonto tra i pali e Donato Terrevoli a centrocampo sempre nelle fila biancorosse adriatiche.

Oggi Gesualdo Albanese, 66enne originario di Caulonia (Reggio Calabria) e vicentino di adozione, è ancora uomo di campo come osservatore per la Roma e titolare di una scuola calcio nella sua cittadina in terra calabra ed in questa esclusiva a BuonaSeraTaranto spiega come le società attuali debbano curare in primis i settori giovanili per ottenere risultati importanti.

Nei play/off di serie D chi vede come antagonista del Taranto?
“Sicuramente sono avversari tutti di valore, anche se conosco poco la situazione e pur essendo residente da anni a Vicenza non conosco ad esempio bene le realtà venete, sebbene Altovicentino ed Este sono pur sempre compagini ostiche da non sottovalutare. Ma bisogna scindere due aspetti, al nord si lavora molto sul lato tecnico, al sud invece su quello atletico, anche se il Taranto, giungendo secondo, avrebbe il vantaggio enorme di sfruttare il fattore campo ed il pubblico caloroso che può vantare è un qualcosa di unico”.

Come spiega l’escalation del Vicenza, ripescato in B ed addirittura secondo in classifica?
“Sono situazioni alle volte un pò strane perchè in primis la società da anni vive in difficoltà economiche e non ha ancora risolto determinati problemi. Ciò non toglie che hanno anche saputo scegliere bene la guida tecnica ed hanno anche ricreato entusiasmo tra il pubblico, chiaro, bisogna anche saper avere il giusto impatto con queste situazioni visto che la riammissione d’ufficio è avvenuta addirittura a settembre, però è anche vero che con un pizzico di buonsenso si ottengono sempre risultati importanti. Io dico che Taranto, piazza blasonata e città molto più grande di Vicenza, se viene ripescato può ambire a grossi traguardi, tutto sta nell’avere una buona base dirigenziale, un signor settore giovanile ed un budget di spesa contenuto e mai esagerato”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche