Calcio

Taranto-Rende: 1-0. Una magia di Genchi fa esplodere lo Iacovone

Rossoblù al turno successivo dei play off promozione per raggiungere la Lega Pro


Il veleno, come sempre, è nella coda: il Taranto in vantaggio a due minuti dallo scadere ed il Rende che nel recupero si vede annullare il gol del pareggio. Taranto-Rende non è tutta qui, ma è quasi tutta qui.

La cosa importante è che il risultato finale sia stato esattamente quello di nove anni fa: il Taranto al turno successivo dei play off ed il Rende a casa.

Ma non è stato facile. Agli avversari va reso merito per aver giocato un grande primo tempo. Poi, sotto i colpi dei rossoblù e le urla dello Iacovone, il Taranto ha meritato il passaggio del turno.

La prima opportunuità è per il Rende dopo appena 3 minuti: Mirarco salva di piede deviando in angolo il tiro di Azzinnaro.

Al 15' ci prova Zangaro da 25 metri, ma il portiere tarantino Mirarco neutralizza la conclusione.

Al 20’ arriva il primo tiro verso la porta avversaria da parte del Taranto. A provarci è Vaccaro: ma la sua conclusione viene parata agevolmente dal portiere avversario.

Al 33’ è la volta del Rende con un tiro di Ginobili dalla distanza che termina a lato.

Al 38' Genchi, su assist di Ciarcià, batte di testa da distanza ravvicinata, ma il portiere De Brasi si salva miracolosamente. E’ la migliore occasione del primo tempo del Taranto.

Finale di primo tempo tutto di marca rossoblù: al 44' conclusione dalla lunga distanza di Ibojo alta sulla traversa. Subito dopo ci prova Gaeta, ma anche in questo caso la conclusione si perde oltre la traversa.

Quindi il fischio finale, tutti negli spogliatoi.

Nella ripresa il Taranto prova ad accelerare il ritmo, mentre gli ospiti arretrano pericolosamente e cominciano ad utilizzare ogni mezzo per spezzettare il gioco. Anche franando a terra ad ogni contatto ed invocando costantemente l’intervento dei sanitari.

Il Taranto, però, non perde la calma e al 56’ sfiora il vantaggio con una grande conclusione dal limite di Vaccaro che si perde di poco alta sulla traversa.

Al 67’ si mette in luce Gabrielloni, ma la sua conclusione in area non graffia ed il portiere avversario riesce a sventare il pericolo.

All’86 arriva la magia di Genchi che se ne va sulla destra, salta avversari come birilli, arriva sul fondo e prova l’ultimo dribling. Benincasa perde la coordinazione e termina con un braccio sul pallone. Al direttore di gara non resta che indicare il dischetto, mentre lo Iacovone esplode come una bomba.

Sul dischetto si porta lo stesso Genchi che spiazza il portiere e manda il Taranto in visibilio.

A questo punto tra il prossimo turno di questi interminabili play off promozione ci sono solo 6 minuti di recupero concessi dal direttore di gara.

Al 93’ calcio d’angolo per il Rende, il traversone raggiunge in area Ginobili che in rovesciata mette la palla in rete. Ma l’urlo liberatorio degli ospiti viene strozzato in gola dalla bandierina del segnalinee che aveva visto la traiettoria uscire dal rettangolo di gioco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche