Calcio

Pressing per un clamoroso ritorno di Blasi alla guida del Taranto Calcio

Ma l'ipotesi del ritorno dell’imprenditore di Manduria resta difficile. Il Comune cerca una soluzione alla crisi


Ippazio Stefàno, alla soglia dei settant’anni… scende in campo.

Il primo cittadino, all’ottavo anno consecutivo al timone del Palazzo Municipale, ha deciso di intervenire in prima persona sulla vicenda pallonara che non sembra avere spiragli concreti in merito a possibili passaggi di consegne.

L’avvocato Lele Di Ponzio, uomo di fiducia di Campitiello, sinora non ha ricevuto alcuna proposta di acquisizione della società rossoblù ed allora ecco l’impegno del Sindaco assieme all’Assessore Francesco Cosa, pronto a far si che il patrimonio sportivo locale non perda assolutamente colpi. In molti sperano in un clamoroso ritorno di Gigi Blasi, oggettivamente il presidente che ha avuto i risultati migliori degli ultimi anni: ma è difficile.

In una Lega Pro che potrebbe vedere, notizia fresca di battuta anche il Catania d’ufficio per la vicenda uscita alla ribalta in mattinata con l’arresto del suo presidente Antonino Pulvirenti relativo ad una serie di partite “comprate” per consentire la permanenza in serie B della compagine etnea, sicuramente non si può gettare alle ortiche la possibilità di poterla riacquisire a tavolino ed allora ecco spiegato il motivo di questo impegno, fondamentale, di stampo istituzionale.

Di sicuro i tempi stringono e la città è stufa di tanti tram tram privi di costrutto, visto che Giovanni Lombardi, patron della Casertana, avrebbe già fatto dietrofront (si era anche parlato di un suo ingresso nel Benevento) ed anche Antonio Esposito, accostato ieri mattina, sembrerebbe non avere grossi interessi (aspetto questo da valutare però con estrema attenzione).

In una Puglia che già ha visto sventolare bandiera bianca a Brindisi (si dovrebbe ripartire dalla Prima categoria o Promozione) ed anche probabilmente a Martina Franca (querelle stadio e problemi di fidejussione), non si può arrivare anche ad una situazione di sfascio anche a Taranto, già alle prese com’è noto con numerosi problemi di ogni genere.

L’estate appena entrata è prossima a vivere, calcisticamente parlando, un capitolo davvero nerissimo in tutti i suoi sunti con il Parma, ufficialmente da ieri fuori dai professionisti, che ha ammainato bandiera dopo 25 anni di trionfi italiani ed Europei, altra tappa di un declino sempre più tenebroso in ottica generale.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche