Calcio

Ufficiale/ Ripescaggi in Lega Pro, il Taranto non c’è. Per ora

Ancora una mazzata sulle speranze dei rossoblù. Ma c'è ancora una possibilità


Ancora una doccia gelata per i tifosi del Taranto. Le notizie ufficiali che giungono dalla riunione del Consiglio federale non sono buone. Ma neanche chiudono definitivamente la porta in faccia al Taranto.

Questo il testo del comunicato ufficiale diffuso al termine della riunione: «Il Consiglio federale, esaminate le relazioni della Covisoc, ha deliberato all’unanimità il ripescaggio in Serie B della società Brescia e in Lega Pro delle società Albinoleffe e Pordenone. Per quanto riguarda la Lega Pro, resta da definire l’organico attesa la mancata iscrizione della società Castiglione (vincitrice del girone B della Serie D 2014/2015): le società aventi diritto, in base all’apposita graduatoria, dovranno manifestare il proprio interesse nei prossimi giorni».

E proprio quest'ultimo passaggio del comunicato ufficiale restituisce un briciolo di speranza al Taranto calcio. E sì perché è ormai chiaro che è stata respinta in prima istanza la richiesta del Taranto di essere riammessa alla Lega Pro ed è altrettanto chiaro che ormai si vada verso una Lega Pro a 54 squadre (tre gironi da 18). Ma, ad oggi, le squadre ammesse sono solo 53. E nei prossimi giorni la Federazione attende di conoscere le disponibilità delle società interessate. E fra queste, in posizione avanzata, c'è il Taranto che ha versato sia la quota di iscrizione che la fidejussione (a differenza di molte delle altre squadre che potrebbero ambire al posto vacante).

Insomma, c'è ancora da aspettare e soffrire. Come sempre del resto per il Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche