Calcio

Taranto calcio, “non molliamo la Lega Pro”

Antonio Bongiovanni rilancia le ambizioni di riammissione dopo la doccia gelata del Consiglio federale. Domani si presenta la squadra


Antonio Bongiovanni, uomo dalla tempra battagliera per principio, non molla.

La decisione di ieri del Consiglio Federale in merito ai ripescaggi, ancora oltretutto in fase di stand by visto che rimangono ancora alcune questioni aperte, per il momento vede il Taranto fuori. Discorso, però, a suo dire, al momento ancora tutt’altro che chiuso.

“Faremo ricorso, abbiamo incaricato l’avvocato Eduardo Chiacchio (esperto di diritto sportivo) per curare i nostri interessi. Si sta puntando, com’era noto, alla riduzione delle compagini in Lega Pro, anche se comunque la speranza, sia chiaro, è sempre l’ultima a morire. Ieri abbiamo avuto a colloquio i tifosi, quindi abbiamo loro rassicurato che risolveremo a breve ogni questione”.

Discorso ancora aperto allora?
“Abbiamo tirato fuori mezzo milione di euro per tornare in serie C, mentre il Monopoli (contattato il segretario generale Angelo Cipulli nell’occasione, ha rimarcato che stanno lavorando per la vicenda in questione) non ne usufruirà per sua fortuna. Ora aspettiamo e vediamo che succede (non fa riferimento ma ovviamente è tutto legato ai processi per la vicenda scommesse che avranno l’epilogo definitivo a fine mese)”.

Intanto sabato si parte per il ritiro a Cascia fino al 21.
“Abbiamo già riconfermato Ibojo, Genchi e Pambianchi, quindi riportato alla base Mauro Gori dal Monopoli. Noi non stiamo fermi, lavoriamo sodo per puntare ad importanti traguardi”. Il legale napoletano intanto, rintracciato in mattinata, ha testualmente riportato che sembra difficile tuttavia il discorso ripescaggio: “Si sta lavorando per ridurre gli organici della serie C, dubito ormai che ci siano speranze. Ma non aggiungo altro, mi è stato conferito un mandato difensivo e ne riparleremo a tempo debito”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche