28 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 28 Ottobre 2020 alle 11:48:46

Calcio

Picerno da non sottovalutare

Da oggi 550 biglietti in vendita da Pausa Caffè


TARANTO – Due giornate di squalifica per Gennaro Esposito ed una per l’allenatore in seconda Giuseppe Padovano. Il responso del giudice sportivo è stato piuttosto rigido sia per l’allontanamento del vice di Cazzarò nel finale di primo tempo dalla panchina che nei confronti dell’autore della rete del pari, espulso subito dopo il triplice fischio finale con il capitano biancazzurro Taurino. Il regolamento infatti, non è probabilmente noto a tutti, prevede anche ammonizioni ed espulsioni dopo la fine dell’incontro qualora sussistano episodi di proteste, aggressioni od insulti verso il direttore di gara o gli avversari (la stessa cosa avvenne nel febbraio 1996 a Sossio Aruta, espulso al rientro negli spogliatoi a Roma contro l’Astrea, gara per la cronaca persa 2-0, per una rissa con un avversario capitolino, anch’egli colpito dal cartellino rosso). Un’assenza pesante quindi per domenica a Picerno, campo in cui i rossoblù saranno chiamati a riscattare i due passi falsi contro Bisceglie e Virtus Francavilla.
Intanto Michele Cazzarò tiene tutti sotto torchio ed ha programmato per oggi, rigorosamente a porte chiuse, il collaudo infrasettimanale a Statte. L’allenatore, tarantino doc, gode della fiducia illimitata da parte della società e quindi il suo lavoro viene ovviamente ben tutelato a dovere oltre che stimato, in modo significativamente parlando, in altrettanto modo.
La neo presidentessa Elisabetta Zelatore, ufficialmente insignita della carica due giorni addietro, ha subito esposto le sue idee ed il progetto di tornare in serie B entro cinque anni. Sicuramente un programma di non poco taglio, ma è altrettanto vero che, intanto, bisogna subito cercare di fare punti per non perdere contatto con la zona che conta.
In terra lucana, quindi, sarà fondamentale vincere per scacciare sia la crisi di risultati che possibili scenari polemici, stante anche il fatto che, con tutto il rispetto, la compagine potentina (10 km dal capoluogo) è pur sempre una matricola e di certo non incute grossi timori.
Guai però, questo è fondamentale rimarcarlo a priori, sottovalutare l’avversario. Perchè i campionati, è legge naturale, si vincono anche in trasferta ed in gare come queste, notoriamente molto minate e rischiose (l’esperienza nella storia rossoblù insegna, un dato, molto veritiero, risale alla stagione di C1 1981-82 allorquando il Taranto guidato da Angelo Carrano fu sconfitto a Livorno per 1-0 con il particolare, non da poco oltretutto, che i toscani conquistarono nell’occasione la prima vittoria in campionato proprio contro i rossoblù addirittura dopo due mesi e mezzo di campionato) i rischi escono sempre fuori ed in modo inaspettato.
Su questo il 42enne tecnico, uomo dalla tempra tignosa e non certo avvezzo alle illusioni, avrà già esortato Genchi e compagni a mantenere la concentrazione al massimo.
La serie D non è certo un campionato di poco taglio, questo è rinomato. In aggiunta al fatto che, i lucani hanno anche dentro di loro enorme voglia di ben figurare contro una delle corazzate che puntano al salto di categoria.
Il Picerno di Maurizio De Pascale, 38enne tecnico originario di Eboli (Salerno) ed artefice dello storico salto in serie D dei lucani a maggio scorso, attua anch’esso il 4-3-3 con l’ex juniores del Taranto, Luca Savasta, nel ruolo di punta centrale.
Compagine di baldi giovincelli, ha totalizzato nelle prime quattro giornate soltanto tre punti. Ma l’unica vittoria sinora conquistata è giunta nel derby contro il Potenza, un evento storico non da poco in certe circostanze. Lo stadio locale, omologato per 1600 spettatori, ha messo a disposizione dei tifosi rossoblù  550 biglietti, in vendita da questo pomeriggio presso il consueto punto vendita Pausa Cafè in viale Trentino al costo di 10 euro più diritti di prevendita.
Per la cronaca i colori sociali sono gli stessi del Taranto. Una gara comunque da prendere con le dovute cautele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche