Calcio

Il Taranto riparte alla grande

Convincente vittoria dei rossoblù contro il Manfredonia


Tre punti di fiducia.

Un successo meritato contro un Manfredonia comunque autorevole ed un’iniezione di serenità dopo un periodo non molto tranquillo alla luce della sconfitta prenatalizia contro il Francavilla in Sinni.

La conferma di Giuseppe Genchi nel cartellino delle marcature e la piacevole sorpresa del suo omonimo di nome Siclari hanno fatto da contraltare ad una vittoria che, comunque, costituisce sempre un grosso appiglio in proiezione della prima prova del nove di questo mese di gennaio domenica a Fondi.

Sasà Campilongo alla vigilia era stato chiaro, visto che, avendo allestito il nuovo organico in sede di mercato di proprio pugno, sapeva di giocarsi molto nella sua responsabilità di persona perbene ed onesta qual è da sempre.

Vietati i trionfalismi, ora bisognerà solo confermarsi in terra pontina, visto che il nuovo anno, in questo primo mese gregoriano, vedrà poi la trasferta (domenica 24) a Francavilla Fontana contro la capolista ed allora è giusto come si suol dire, prendere l’arte e metterla da parte.

Il tecnico napoletano, cresciuto sotto l’egida di grandi maestri della panchina (su tutti il povero Adriano Lombardi, da lui definito maestro di vita, quindi Beppe Materazzi, Alberto Zaccheroni ed in giovane età un certo Bob Lovati, con quest’ultimo che è stato una scuola per i giovani calciatori nella Lazio) sa che i campionati si vincono col lavoro duro sul campo.

Le sedute svolte nel periodo di pausa, al ritmo di due al giorno, hanno sentenziato in modo inequivocabile come il suo credo tattico vada applicato fino allo sfinimento ed i ragazzi hanno risposto presente con grandissima voglia di fare gruppo e cementare risultati importanti.

Non c’è troppo tempo per esultare, bisogna già preparare la trasferta ostica contro i forti laziali di Sandro Pochesci e con qualche veleno nella “coda” (legato al rifiuto di Siclari di vestire la casacca in questione preferendo quella rossoblù) e risalire ulteriormente la china.

Primo step consegnatosi agli archivi con un bell’ 8 in pagella, ma c’è ancora tanta strada da percorrere. A partire dal primo match ball di domenica. Il vice presidente Antonio Bongiovanni, come sempre pittoresco, ha rimarcato alcuni aspetti in modo significativo:

”Questi ragazzi sono da elogiare per come si sono allenati durante il periodo di pausa natalizio. Vogliono tutti fortemente la promozione in Lega Pro ed hanno dimostrato grande attaccamento alla maglia ed alle disposizioni societarie. Noi siamo una famiglia e vogliamo sempre migliorare sotto tutti i punti di vista”.

L’allenatore incassa i complimenti del vulcanico dirigente e rimarca da par suo: ”Sono molto soddisfatto di tutto, i ragazzi hanno dimostrato di avere carattere e di giocarsela con il massimo impegno. Dobbiamo solo dare continuità nelle prossime gare, visto che il cammino è ancora lungo ed irto di ostacoli”.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche