Calcio

Aldo Roselli è il nuovo Direttore generale del Taranto

Aspettando il ripescaggio in Lega Pro preso il centrocampista Sampietro


E’ Aldo Roselli il nuovo direttore generale del Taranto.

La società «proseguendo il programma di crescita aziendale» ha comunicato di aver conferito l’incarico di nuovo direttore generale della società ad Aldo Roselli, nella passata stagione dg della Fidelis Andria oltre che già socio del club federiciano. Il Taranto F.C. 1927 «augura buon lavoro al dott. Aldo Roselli, certi che con la professionalità sempre dimostrata saprà dare un contributo concreto alla causa rossoblù per il raggiungimento di sempre più importanti traguardi sportivi».

Al contempo la società guidata dal presidente Zelatore blinda Franco Dellisanti: «non intendiamo individuare la figura del direttore sportivo nelle persone esterne all’attuale composizione dirigenziale – si legge in una nota. Pertanto, si conferma che l’unica figura da noi autorizzata a rappresentarci nei rapporti con società, procuratori e calciatori, è il responsabile dell’area tecnica Francesco Dellisanti».

In attesa di “buone nuove” sul ripescaggio in Lega Pro (oggi alle 13 si riunirà il Consiglio Federale che dovrebbe rendere ufficiale il il salto di categoria del Taranto) si accende il mercato dei rossoblu. Gianluca Sampietro è un nuovo giocatore del Taranto. Trovato l’accordo con il forte centrocampista, nato a Genova il 15 marzo del 1993 e cresciuto nel settore giovanile della Sampdoria. Nel 2012 Sampietro passa al Portogruaro in serie C1, dove colleziona 28 presenze. La stagione successiva lo vede protagonista con il Pisa in C1, dove disputa 32 partite di campionato e nella s.s. 2014/2015 si trasferisce all’Ancona Calcio: qui gioca 30 gare.

Nell’ultima stagione ha indossato per ben 16 volte la maglia della Pro Patria in Lega Pro. Il centrocampista ligure vanta anche diverse presenze nella Nazionale Under 18, Under 19 e Under 20. Queste le prime dichiarazioni del neo acquisto rossoblù: «In primis mi sento in dovere di ringraziare il presidente Elisabetta Zelatore per la fiducia e l’opportunità concessami. Appena ho ricevuto la chiamata del Taranto, ho affrettato i tempi rifiutando altre proposte e ho accettato immediatamente. Ho deciso di affrontare questa nuova sfida per la tradizione calcistica di questa città, per la piazza calorosa ed esigente e per la serietà della società. E’ la mia prima esperienza in una città del sud, non vi nascondo che c’è molta curiosità e sono anche molto motivato. Taranto deve tornare nella categoria che merita, tra i professionisti. La tifoseria è da brividi, sarà sicuramente un’arma in più».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche