Calcio

Taranto, niente più errori

A Marcianise l’ultimo appello per la Lega Pro


Tre partite. Tanto manca alla fine del campionato di serie D. Tre punti. Questo separa il Taranto dalla capolista Virtus Francavilla; due i punti di ritardo dal Nardò, secondo.

E’ la fotografia della situazione in cui domani il Taranto dovrà affrontare l’ostica trasferta di Marcianise, campo da sempre difficile per gli ionici. Che non possono sbagliare, non più. Pesa tantissimo, nell’economia del torneo, la sconfitta casalinga di domenica scorsa, quel 2-3 con il Serpentara che il sapore amarissimo della grande occasione perduta. Eppure in casa rossoblù l’ordine è chiaro: crederci, comunque.

Perchè chi sta davanti, i brindisini del Francavilla ed i leccesi del Nardò, non pare certo nel momento migliore. Insomma, potrebbero lasciare punti per strada, impegnati rispettivamente in casa con il Gallipoli ed a Francavilla in Sinni. E’ chiaro che il ko dello Iacovone ha complicato i piani di Cazzarò, costretto anche a cambiare l’assetto in ragione delle assenze di Mbida, Nosa, Pambianchi e De Giorgi. Domani sarà 4-3-3, con De Lucia in porta, Guardiglio, Russo, Ibojo e Marseglia in difesa, Chiavazzo, Ciarcià e Marsili al centro, in avanti il tridente Gaetano, Genchi, Siclari. Non si può sbagliare, c’è un sogno che va coltivato sino alla fine. Nella speranza che ci sia, alla fine, un dolce risveglio. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche