Calcio

Sogno Marilungo per l’attacco rossoblù

Il Taranto cerca un colpo ad effetto


Un colpo ad effetto, di quelli che fanno sognare i tifosi.

Il Taranto vuole stupire, ed allora si accarezza l’idea di quello che può apparire un sogno proibito: vestire di rossoblù l’attaccante Guido Marilungo. Già alla Sampdoria ed al Lecce, Marilungo viene da una stagione in serie B, al Lanciano, dove lo aveva girato l’Atalanta che ne detiene il cartellino. Solo gli infortuni hanno frenato, sinora, la carriera del classe 1989, che pur scendendo di categoria in Lega Pro potrebbe trovare in una piazza come quella ionica l’ambiente giusto per tornare grandissimo protagonista. Se Marilungo è il sogno, sono realtà gli ingaggi del difensore Mariano Stendardo e del centrocampista Francesco Potenza.

“Ringrazio il presidente Elisabetta Zelatore per aver riposto grande fiducia nei miei confronti. Taranto è una piazza importante che merita di stare nel calcio professionistico; c’è tanto entusiasmo in città, i tifosi sono meravigliosi e sicuramente saranno la nostra arma in più. Nei momenti negativi noi calciatori più grandi e con maggiore esperienza dobbiamo dare l’esempio ai ragazzi più giovani. Forza Taranto”.

Queste le parole di Stendardo. Potenza, classe ‘86, che ha totalizzato più di 140 presenze in serie C, nell’ultima stagione ha indossato la maglia della Maceratese. Queste le sue prime dichiarazioni: “Sono molto contento di iniziare questa grande avventura con la maglia del Taranto. La scelta è dettata da diverse motivazioni tra cui la serietà della società e l’amore dei tifosi per questi colori. Ringrazio il presidente Elisabetta Zelatore, mister Papagni per aver creduto fortemente in me e la mia famiglia per essere stata sempre al mio fianco. Adesso cercherò di ripagare la loro fiducia in campo”.

Per la porta, si fa il nome del russo della Fiorentina primavera, Makarov, da affiancare all’esperto Maurantonio. “Una nuova storia da giocare insieme”. E’ lo slogan che accompagnerà tutta la stagione 2016-2017 della Lega Pro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche