Calcio

Incrocio tra grandi deluse

Reggina-Taranto: chi si ferma (ancora) è perduto


L’ennesima sfida decisiva.

Il Taranto impegnato oggi (calcio d’inizio alle ore 18.30) contro la Reggina non può, o meglio non potrebbe, permettersi ulteriori passi falsi: delicata la situazione di classifica, con le due squadre terz’ultime a undici punti, difficile il momento dello spogliatoio dopo una serie di partite non andate come sperato.

Undici punti in tredici gare: Reggina e Taranto sono appaiate al terz’ultimo posto in classifica, dietro di loro ci sono solo il Melfi (a quota 10, penalizzato di un punto, che domenica scorsa ha rifilato un perentorio 3-0 ai calabresi) e quel Catanzaro, fermo a 9, che sconfiggendo il Taranto decretò l’allontanamento di Aldo Papagni per far posto a Fabio Prosperi sulla panchina rossoblù. Ieri conferenza stampa di presentazione del nuovo General Manager del Taranto, Fabrizio De Poli, nella sala stampa dello stadio “Erasmo Iacovone”.

L’apertura della presentazione è affidata al presidente rossoblù, Elisabetta Zelatore: “Siamo qui per presentare Fabrizio De Poli, un professionista individuato per arricchire le nostre opportunità organizzative e tecniche. Avevamo deciso di individuare questa figura del General Manager da qualche settimana, negli ultimi giorni abbiamo accelerato e abbiamo scelto De Poli. Con il suo arrivo puntiamo ad essere più competitivi e a dare maggior sostanza al nostro progetto sportivo e societario. Non si tratta di una figura alternativa ad altri, bensì complementare; grazie alla sua esperienza e professionalità potremo raggiungere lo scopo della stabilità e porre le basi per far meglio in futuro.

Deroga Prosperi? Domenica sarà seduto lui in panchina perché stamane abbiamo ottenuto la proroga della deroga. Quindi potrà sia allenare la squadra in settimana che la domenica durante la partita. Inoltre, vorrei chiarire un altro aspetto: non ci sono pervenute proposte per l’acquisizione della società né proposte di sponsorizzazioni o di ingressi di nuovi soci. Queste voci sono destituite di ogni fondamento e, anche se fossero state vere, non sarebbero state prese in considerazione. Non abbiamo nessun tipo di sofferenza, ci mancano esclusivamente i risultati sportivi e stiamo lavorando per migliorare anche questi ultimi”.

Queste le dichiarazioni rilasciate dal General Manager, Fabrizio De Poli: “Sono un direttore sportivo, ricoprirò il ruolo riguardante tutto ciò che concerne l’area tecnica. Sono qui per una sfida personale, non per lucrare; ho il desiderio di aiutare una piazza importante come Taranto, che sta vivendo un momento difficile. Ho trovato persone serie e concrete, Taranto può vantare una proprietà importante. Ottenere un buon traguardo qui mi gratificherebbe maggiormente; finché sarò in questo team darò sempre il massimo e sono consapevole del fatto che ci sia molto da lavorare.

Ho firmato fino a giugno perché è giusto che sia così; se farò bene potrà esserci continuità lavorativa, in caso contrario se dovessi toppare bisognerà lasciare il proprio incarico. Da adesso in poi valuterò il parco giocatori e farò le mie conclusioni, in collaborazione con l’allenatore e lo staff tecnico, per cercare di migliorare l’assetto del gruppo. Messaggio ai tifosi? Il popolo rossoblù deve comprendere che si può crescere tutti insieme. Il pubblico è una componente fondamentale ed una società ha bisogno di tutte le forze per fare bene”.

Successivamente spazio al direttore generale, Aldo Roselli: “Avevamo molti pretendenti alla carica di General Manager, ma abbiamo puntato su De Poli, che riteniamo sia la persona giusta per continuare il nostro percorso di crescita”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche