29 Ottobre 2020 - Ultimo aggiornamento il: 29 Ottobre 2020 alle 13:43:57

Calcio

«Il Taranto condizionato dagli infortuni»

De Gennaro: La squadra ha fatto il massimo. Per l’attacco c’è l’argentino Cobelli


Al termine di Taranto-Casertana, gara conclusasi con il punteggio di 0-0, parola al tecnico rossoblù Pantaleo De Gennaro: “La mancanza del gol da cinque gare è un dato di fatto inconfutabile. I ragazzi hanno profuso impegno ed hanno giocato, ma ad eccezione di un paio di occasioni avute non siamo stati in grado di concretizzare la mole di gioco. Nel primo tempo la Casertana ha avuto una minima supremazia, poi nella ripresa siamo entrati bene ed abbiamo anche colpito una traversa.

Purtroppo ci hanno condizionato anche gli infortuni di Sampietro e Stendardo e l’affaticamento di De Giorgi; se non si fossero verificate queste situazioni, avremmo potuto vincere. Sostanzialmente comunque c’è stato equilibrio ed il pareggio è un risultato giusto. Noi accettiamo sempre il verdetto del campo, in generale non sono preoccupato tranne per la classifica, ma ci prepareremo sempre al meglio per provare ad ottenere il successo in ogni partita.

Mercato? Serve qualcosa lì davanti, abbiamo fatto le nostre richieste ed adesso attendiamo; occorre un calciatore che possa migliorare la fase realizzativa. A centrocampo invece aspettiamo di recuperare al massimo Nigro”.

Fin qui il commento del tecnico che divide con Fabio Prosperi la panchina del Taranto. Domani sera, come è noto, chiuderà la sessione invernale del calciomercato. E’ già a Taranto l’argentino Juan Manuel Cobelli, 29 anni, attaccante che ha giocato anche in Malesia. Ad analizzare la gara di sabato anche Errico Altobello: “Questa partita era molto sentita perché era importante per dare una svolta al nostro campionato. Abbiamo affrontato una squadra molto organizzata e quindi ci abbiamo messo più del previsto per spingere efficacemente. Dobbiamo comunque ripartire dalla nostra compattezza, infatti anche per gli avversari non è semplice metterci in difficoltà. Il nostro obiettivo è la salvezza e ci stanno momenti così; dispiace per i tifosi che si aspettavano altro, ma sono convinto che ci salveremo. Questo è un anno di transizione, bisogna soffrire tutti insieme. Noi continueremo ad allenarci per migliorare in tutti i reparti. Per concludere vorrei dare forza al piccolo Simone, un tifoso della Curva rossoblù. Gli dico di non mollare e di ritornare quanto prima allo stadio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche