Calcio

Lazic: Taranto, puoi sognare con Aleksic

Il “maestro” dell’attaccante serbo: «Un grande acquisto per la D»


TARANTO – Prossimo a tagliare il traguardo della dozzina di anni sulla panchina del Francavilla in Sinni, Ranko Lazic vede il neo innesto Bojan Aleksic come valore aggiunto in seno agli jonici di Francesco Cozza. Il tecnico serbo, trapiantato da quasi un quarto di secolo a Potenza, dice dettagliatamente la sua: “L’ho sentito pochi giorni fa ed è motivatissimo. Sicuramente è un elemento di grossa autorevolezza e che sa il fatto suo, può agire da prima punta così come anche da esterno destro o sinistro. E’ abile nell’uno contro uno così come nel trovarsi a tu per tu col portiere. Lo scorso anno ha segnato poco (appena sei reti) ma avevo un organico non all’altezza e questo ha pesato in negativo, ma nella stagione 2015-2016 ne ha timbrati tredici ed era anche reduce da un brutto infortunio al ginocchio subito nel 2013”.
Lo ritiene un acquisto importante per il Taranto? “Sicuramente si e vi garantisco che sa sempre come trovare la via della rete.Ha un grosso tiro dalla lunga distanza e spesso realizza sigilli di qualità (uno su tutti, nel dicembre 2013 a Brindisi sotto gli occhi di Aldo Papagni) ed è anche un ottimo cursore di fascia. Ma del resto la scuola serba ha sempre lanciato talenti di spessore.
Poi proviene anche dal basket, altra disciplina molto praticata dalle nostre parti. Sono un suo estimatore da una vita e gli voglio bene come un figlio, sono sicuro che vi darà grosse soddisfazioni”. Basterà a riportare i tifosi allo stadio?“Vi garantisco che, con i nomi che avete ingaggiato, la gente tornerà numerosa allo stadio. Non sono giocatori di poco conto ed hanno delle grosse qualità, poi Cozza è un signor tecnico che saprà come gestire al meglio ogni situazione.
L’organico che Volume sta allestendo è di grossa caratura, quindi state certi che stavolta vi siete mossi bene per ottenere risultati importanti. Aleksic è uno dei nuovi perni del reparto avanzato, ma anche il resto dell’organico può costituire, al suo fianco, un grosso punto di vantaggio”. Dodici anni di fila alla guida dei rossoneri lucani. Un pensiero in grande lo valuta ancora?
“Mi trovo bene in questa società e per ora mi va bene così. Bojan meritava sicuramente una grande squadra come il Taranto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche