23 Giugno 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Giugno 2021 alle 16:09:36

Calcio

Taranto, cessione vicina

Girandola di nomi e indiscrezioni per il futuro del club


Una girandola di nomi, in cui si sente tutto ed il suo contrario. La proprietà del Taranto è destinata a cambiare. Sicuramente. Anzi, forse. Perchè davvero il futuro del club ionico resta tutto da interpretare. Il lunghissimo Cda di ieri pomeriggio non ha fornito verità certe, ma solo una lunga teoria di indiscrezioni.
In campo ci sarebbero quattro cavalli di ritorno: dal meno recente, Massimo Giove (era Pieroni), Gigi Blasi (che dal fallimento pieroniano prese il club), Domenico Campitiello e, infine, Aldo Roselli (già dg con Zelatore e Bongiovanni). Giove e Roselli sarebbero alla guida di due ‘cordate’, mentre nei giorni scorsi sarebbe saltata una trattativa che pareva decisamente molto avviata. Nel contempo, non si escludono nomi “a sorpresa” per la guida del club. Insomma, un quadro in divenire, dove di certezze, però, ce ne sono poche. Di certo c’è che domenica il Taranto sarà impegnato in un match molto difficile.
Per l’ennesima volta sulla strada dei rossoblù ci sarà Ranko Lazic. Il tecnico serbo, al timone del Francavilla in Sinni da dieci anni consecutivi e spesso anche avversario scomodo, sa di giocarsi molto in questa sfida con l’aggiunta (per fortuna di Michele Cazzarò) che dovrà fare a meno del suo bomber Volpicelli per squalifica. «Sia noi che il Taranto ci troviamo in una posizione non consona ai programmi iniziali. Quello che mi preoccupa, parlo ovviamente della mia squadra, è la troppa involuzione di risultati» ha dichiarato il trainer serbo, mentore di quell’Aleksic ora a Taranto: «Mi auguro che contro di noi resti a secco. Di sicuro ha sinora concretizzato poco come reti (tre all’attivo) e non è da lui, sono sicuro che il suo apporto sarà importante, anche se spero dalla partita successiva».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche