Calcio

​Il nuovo mister del Taranto: «Parleranno i risultati»​

Conferenza stampa allo Iacovone per il nuovo tecnico rossoblù Panarelli


«Capisco lo scetticismo».
Nel corso della conferenza
stampa di presentazione di ieri mattina allo Iacovone, con diretta
facebook sul profilo del club, il
nuovo allenatore del Taranto Luigi
Panarelli non ha nascosto che la sua
avventura sulla panchina rossoblù
non nasce all’insegna dell’entusiasmo
dei tifosi.

«Farò il possibile per far ricredere
chi non crede in me» ha quindi detto questo «giovane ambizioso»
(parole del direttore generale Montella)
che ha usato anche parole forti:
«ho accettato l’incarico con dei
punti fermi: responsabilità tecnica
in tutto e per tutto perché voglio
morire o vincere con le mie idee.
Non mi gioco solo un pezzo importante
della mia carriera, ma della
mia vita».

Panarelli, tarantino, ha
detto di sapere bene quali sono «le
ambizioni della società e della città»,
che il lavoro sulla panchina della
‘sua’ squadra «sarà difficile» ma
ha precisato di non essere per nulla
spaventato ma anzi di aver ancora
maggiore determinazione. «Adesso
dovrò valutare la rosa a mia disposizione
dopo di che prenderò le mie
decisioni, bisognerà intervenire in
alcuni ruoli. Partirò con il 4-2-3-1
con cui ho fatto bene ad Altamura»
ha proseguito.
In conferenza stampa era presente
Gino Montella. Il dg ha voluto specificare
come l’intenzione sia quella
di «dare una sferzata», a campionato
non ancora iniziato, oltre a ringraziare
Cazzarò per il lavoro svolto
e rimarcare che quella di Panarelli
«non è stata una scelta al risparmio
perché la società ha a libro paga due
allenatori, più tutto lo staff tecnico
sollevato dall’incarico».
Sollevati dai loro incarichi l’allenatore
in seconda Vincenzo Murianni, il
preparatore atletico Francesco Rizzo
e l’allenatore dei portieri Raffaele
Cataldi. Restano a disposizione dello
staff tecnico Gianluca Triuzzi che
assumerà la qualifica di allenatore in
seconda e il match analyst Lorenzo
De Lista.

Ciro Gallo sarà il nuovo
preparatore atletico, Gianmarco Petrelli
l’allenatore dei portieri.
A Panarelli ed al suo staff il compito
non facile di plasmare il nuovo
Taranto, chiamato a vincere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche