x

x

Buonasera

Taranto ok, adesso si fa sul serio

Sette punti in tre partite. Due vittorie consecutive dopo un pareggio ottenuto in tra­sferta giocando buona parte della gara in dieci. Cinque gol realizza­ti, due subiti. Questi sono i nume­ri. E al di là degli avversari che si possono definire “cantieri aperti” o “squadra di ragazzini” – Picer­no, Bitonto, Puteolana – un inizio così non lo avrebbero pronosticato in molti, per il Taranto. E’ giusto esserne contenti. Anche perchè al di là dei numeri ci sono le sensa­zioni: una squadra senza prime­donne, quadrata. Una formazione di categoria, nel senso migliore del termine. E dirlo non è certo una forma di “collaborazionismo” con qualcuno, ma la fotografia del momento attuale dei rossoblù.

Al Giraud di Torre Annunziata le reti di Santarpia, Stracqualursi – su una bella punizione di Marsili è stato proprio lui ad ‘aggiustare’ la palla in rete – ed infine di Alfage­me (era stato bollato già come un acquisto sbagliato…) danno conti­nuità al successo casalingo con il Bitonto. Sposito; Boccia, Guasta­macchia, Rizzo, Caldore; Lagzir (82’ Marino), Matute (90’+4’ Ba), Marsili, Santarpia (70’ Diaby); Serafino (60’ Mastromonaco), Stracqualursi (68’ Alfageme) sono stati gli uomini scelti da mister Laterza.

E ora? Ora viene il bello.

Partito a fari spenti, il Taranto di Laterza è atteso da un mini-ciclo contro Sorrento, Casarano e Brin­disi capace di chiarire che tipo di campionato lo aspetta.

Tre partite per capire se siamo di fronte ad una squadra capace di dire la sua in una stagione inde­cifrabile, visto anche il contesto che la circonda ed in cui tutti sia­mo immersi, questo strano calcio dell’era Covid a cui stiamo pro­vando ad abituarci. Domenica, in­tanto, si è vista una squadra che, in vantaggio, ha continuato ad attaccare, dimostrando voglia di giocare a pallone.

Non è poco.

Prisma Taranto, Rizzo è il nuovo libero: «Felice di ripartire da qui»

Marco Rizzo sarà il nuovo libero della Gioiella Prisma Taranto. Classe 1990 di 185 cm di Galatina, Marco torna in Puglia dopo tre anni a Vibo Valentia. Aveva iniziato la sua carriera ad Ugento, Taviano e Gioia del Colle, per poi migrare a Gela, Genova, Molfetta, Brolo e Sora, finché non è arrivato il salto […]

Nuovo ds del Taranto, tutto ancora da decidere

Nel labirinto delle ricerche e delle decisioni. E’ trascorso un mese dall’epilogo del campionato regolare, caratterizzato dal conseguimento della salvezza aritmetica, ed il Taranto continua a trovare ostacoli e pause nelle trattative per l’ingaggio del nuovo direttore sportivo: quel vantaggio cronologico accumulato sulla tabella di marcia della riorganizzazione ai vertici societari, al cospetto di altre […]

Taranto, il “giallo” del nuovo ds

Surreale ed enigmatica. La ricerca e, soprattutto, l’ingaggio del nuovo direttore sportivo da parte del Taranto vivono una situazione di stallo che, a sua volta, ha già compromesso quel vantaggio cronologico sulla tabella di marcia della riorganizzazione societaria, resa necessaria dopo il prematuro licenziamento di Francesco Montervino nell’epilogo del campionato regolare, suggellato dalla salvezza diretta […]

Aquathlon dei Due Mari, a luglio l’atteso evento

“Ci sono tanti posti in cui si possono disputare le gare, poi ci sono location uniche come Taranto”. Così Riccardo Giubilei, presidente della Federazione Italiana Triathlon (Fitri), ha presentato il Campionato Nazionale di Aquatlon che si svolgerà a Taranto i prossimi 2 e 3 luglio. L’incontro con i giornalisti si è tenuto al Castello Aragonese. […]