Volley

Fondazione Taras, patto per il volley rossoblù

Si rafforza il progetto che vede unite Vibrotek e Taranto Fc: “Sosteniamo la pallavolo, sport d’eccellenza per il territorio”


I tifosi rossoblù ‘seguaci’ del Taranto Fc si avvicinano alla pallavolo. Cresce l’intesa nel mondo sportivo tarantino grazie alla sinergia tra pallavolo e calcio.

Dopo l’espressione di vicinanza reciproca espressa dai massimi dirigenti della Vibrotek Volley , Antonio Di Giuseppe, e del Taranto Fc, Fabrizio Nardoni, verso il percorso delle proprie squadre nei rispettivi campionati, arriva anche il contatto dei tifosi.

In occasione della ripresa della stagione sportiva e del girone di ritorno del campionato di pallavolo, infatti, il sodalizio rossoblu ha deciso di riservare agli aderenti alla Fondazione Taras ed agli abbonati del Taranto Fc una riduzione sul prezzo del biglietto d’ingresso al Pala Mazzola, in occasione delle gare interne della Vibrotek Volley.

Un’iniziativa utile a cementare la volontà di legare ai buoni risultati delle compagini un’immagine positiva da restituire al capoluogo jonico.

Da domani infatti, in occasione della partita tra la Vibrotek Volley ed i Falchi Salento, ai tifosi indicati sarà possibile acquistare il tagliando di ingresso al 50% del costo.

Intanto gli aderenti alla Fondazione Taras mostrano tutta la propria soddisfazione per l’iniziativa adottata dalla società del presidente Antonio Di Giuseppe, confermando il proprio interesse a partecipare alle gare interne della Vibrotek Volley. “Saremo vicini alla Vibrotek Volley partecipando alle gare interne per sostenere i giocatori e tifare per una delle più importanti espressioni dello sport tarantino” dichiara Armando Casciaro, rappresentante della Fondazione Taras nel consiglio di amministrazione del Taranto. “Sostenere le espressioni positive che ruotano intorno alla nostra città è importante, per questo invitiamo tutti i nostri associati a partecipare”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche