x

x

Liquami e puzza a Pulsano, parte la pulizia dei tombini

PULSANO –  Tombini che scoppiano. E’ un rituale che si ripete puntaulmente in estate come in inverno.

Non sono, infatti, le piogge abbondanti a provocare l’implosione della rete fognante, bensì un vecchio depuratore che non ce la fa a contenere i reflui. Per questo sono in corso i lavori di completamento di un nuovo impianto consortile.

Sui tempi ancora non c’è certezza. La stessa amministrazione ha chiesto a Regione ed Acquedotto Pugliese un tavolo per capire se termineranno entro la scadenza fissata, ovvero entro fine mese.


Intanto, però, resta il problema dei liquami che invadono le strade e che, soprattutto, producono cattivi odori.

In attesa che il nuovo depuratore metta definitivamente la parola fine su questo disagio, l’Acquedotto Pugliese ha programmato per i prossimi mesi una serie di interventi di pulizia e lavaggio della rete fognante.

Interventi che il gruppo Nuova Pulsano considera un pprimo successo della numerose battaglie intraprese a difesa del decoro e della salute dei cittadini.

“Durante i mesi estivi  – racconta il capogruppo Emiliano D’Amato – numerosi cittadini hanno inviato al Comune segnalazioni di cattivo odori provenienti dai tombini della fogna e in particolare su via La Fontana (nella foto). Sollecitati abbiamo chiesto un intervento dell’amministrazione comunale e in consiglio comunale presentammo anche ina interpellanza facendo notare che la fuoriuscita dei liquami e i cattivi dooni non avviene solo in concomitanza di forti piogge, ma anche col bel tempo. L’amministrazione non ha dato alcuna risposta esaustiva, ma il nostro lavoro ha comuque rodotto un risultato. L’ufficio tecnico ha comunicato che saranno effettuati inteventi di pulizia della rete fognaria. Ora vigileremo che saranno effettivamente svolti”.