x

x

Ponte a rischio crollo, il sindaco sollecita la Provincia

LIZZANO – Un prima lettera è già partita e presto ne partirà una seconda. Prima l’ufficio tecnico ed i vigili urbani, poi anche il sindaco Dario Macripò scrivono alla Provincia per sollecitare interventi tempestivi sul ponte del canale Ostone.

A seguito di un esposto presentato dall’ambientalista Mimmo Carrieri, i vigili del fuoco hanno eseguito un sopralluogo dal quale è emersa una condizione di pericolosità della struttura situata, tra l’altro, sulla Litoranea salentina e su una delle spiagge della marina di Lizzano tra le più frequentate.


Qui le infiltrazioni hanno già sbriciolato parte dell’armatura in cemento della struttura e in alcuni tratti il ferro, ormai a vista, è in evidente stato di deterioramento. Da qui il rischio che il ponte possa crollare e l’invito da parte del comando provinciale dei vigili del fuoco rivolto alla Provincia ed al Comune di Lizzano ad intervenire.

Seppure situata nella marina di Lizzano, la struttura, però è di competenza provinciale, perchè rappresenta un tratto della Sp 122, ovvero della Litoranea Salentina. Ecco perchè prima gli uffici e poi anche il sindaco di Lizzano si rivolgono al commissario Mario Tafaro per un intervento che giunga prima dell’estate.

“E’ sicuramente una priorità” commenta il primo cittadino che aggiunge: “conosco l’attenzione che la Provincia ha verso questo tipo di problemi, per questo ritengo che quegli uffici si attiveranno quanto prima. Perchè qui esiste un problema soprattutto di sicurezza e in questi casi i soldi devono essere trovati”.

Il sindaco ne fa già un problema economico, come a dire che non regge la ragione che mancano i fondi. I problemi su quel ponte erano già noti agli uffici, ma anno dopo anno peggiorano. La pioggia di questi giorni sta inoltre accelerando il processo di infriltrazioni ed a fare più paura sono gli smottamenti che già si notano ai bordi della strada. “Proprio in quel tratto – fa sapere ancora il sindaco Dario Macripò – esiste una situazione del manto stradale che non ci fa stare tranquilli”.