x

x

Politici contestati: “Ci dite solo chiacchiere!”

Nuovo appuntamento e nuove polemiche, ma questa volta a finire nel mirino sono stati i politici ed in particolare i consiglieri regionali intervenuti stamattina all’incontro tenutosi presso l’istituto Righi sul futuro dell’aeroporto Arlotta di Taranto.

L’obiettivo era raccogliere altre adesioni e sostegno alla lotta per dare allo scalo ionico un futuro anche da aeroporto passeggeri.

In aula si sono presentati i consiglieri regionali Anna Rita Lemma, Donato Pentassuglia e Pietro Lospinuso, nonchè l’ex assessore regionale Michele Pelillo. Quest’ultimo è intervenuto per primo ponendo l’accento innanzitutto sull’ambientalizzazione dell’area tarantina, poi la Lemma ha garantito il suo impegno per l’Arlotta ammettendo, però, di essere a Bari da poco tempo, infine Lospinuso ha attaccato i primi due e ha difeso il centrodestra chiarendo che non governa la Regione dal 2000.

Frasi e interventi che hanno levato le voci polemiche dalla platea. “Venite a dirci solo chiacchiere” è stato urlato in segno di protesta.
Un grido che la dice lunga sull’insofferenza dei tarantini nei confronti dell’impegno politico regionale dei rappresentanti locali.

All’incontro promosso dall’associazione Taranto, Voglia di Volare con la collaborazione dei movimenti Benvenuti a Taranto, Aeroporto Magna Grecia e delle associazioni Progentes, Puglia internazionale e TarantoTurismo, è, intervenuto anche il presidente della Camera di Commercio, Luigi Sportelli che ha ribadito i costi più elevati imposti a chi intende volare dall’Arlotta e gli ostacoli che Regione e Aeroporti di Puglia hanno posto nei confronti del vettore City Line.

Tra i relatori anche il presidente della Confcommercio, Leonardo Giangrande che ha chiesto più apertura verso il turismo e quindi verso l’aeroporto Arlotta. Infine la proposta lanciata dai rappresentanti della Uil (c’era anche Aldo Pugliese della segreteria regionale) di spostare la protesta a Bari e quindi si rivolgere l’invito a dare all’Arlotta i voli civili a Vendola.