x

x

Piscina di Pulsano, “subito la nuova gara”

PULSANO – Una mappa completa di quel che occorre fare per tentare di riaprire la piscina comunale.

Chiusa da giugno scorso, la struttura resta abbandonata e con questo potrebbe essere “visitata” da vandali o sciacalli.

A tal proposito ieri sera in un’asssemblea pubblica i gruppi consiliari di Sel e Nuova Pulsano  hanno disegnato una serie di iniziative ed azioni da adottare.

In primo luogo la struttura va posta sotto controllo e quindi va attivato un servizio di vigilanza per evitare quanto già successo al depuratore consortile (oggi in fase di completamento, ma rimasto per anni abbandonato e spesso meta di ladri).
Ma l’azione principale che i due gruppi consiliari hanno intenzione di chiedere all’amministrazione comunale è quella di attivare subito la nuova gara d’appalto per l’affidamento della struttura o di passare ad una gestione diretta, anche temporanea, in attesa di esiti di gara.

Ma c’è in atto un contenzioso che va colmato, quello con la vecchia società gestore dell’impianto che ha lasciato un buco da 89mila euro tra spese e rimborsi che avrebbe dovuto versare al Comune.

“Sono somme che vanno recuperate nell’interesse della comunità” hanno datto Emiliano D’Amato e Pietro Borraccino che, nei prossimi giorni, presenteranno una mozione per portare la discussione in consiglio comunale.

“L’obiettivo è riaprire la piscina” insiste D’Amato “lotteremo per ottenerlo, perchè rendere fruibile la piscina è un diritto dei pulsanesi”.