x

x

Regionale 8, il progetto torna in Regione

Resta il punto interrogativo sui fondi che dovrebbero servire a realizzare la seconda tratta della Regionale 8. Intanto, però, si valuta il progetto.

Domani a Modugno l’assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini incontra i sindaci dei Comuni di Pulsano, Faggiano, Leporano, Lizzano, Manduria, Maruggio, Avetrana, Torricella e Taranto per analizzare quelle che sono le controproposte alle osservazioni presentate al progetto. Osservazioni che riguardano l’impatto che la cosiddetta Litoranea interna potrebbe avere sull’ambiente. Impatto che inizialmente vedeva sulla graticola le rotatorie lungo il tratto che interessa il territorio di Manduria, poi rivisto dal progettista, l’ing. Angelo Cimini.

Oggi la lente di ingrandimento si sposta sulla circonvallazione di Avetrana-Maruggio dove la realizzazione della nuova strada dovrebbe abbattere alcuni alberi di ulivo secolari.

Il botta e risposta tra Regione e Comune di Maruggio è sui numeri. Da Bari dicono no all’abbattimento di circa 600 alberi, ma il sindaco di Maruggio ne conta poco meno di un centinaio “e comunque – osseva – sarebbero ugualmente da abbattere perchè non rispettano il codice stradale in quanto sono sul ciglio della strada. Inoltre per il primo lotto di Taranto ne sono stati abbattuti oltre 400 e nessuno ha detto mai nulla”.

Ma ammesso che tra i due enti si trovi una soluzione per la sistemazione di questi alberi il nodo cruciale della Regionale 8 restano i soldi. Nel 2009 una delibera dell’allora giunta targata Vendola stanziò circa 70 milioni di euro utili a dare il via alla nuova tranche di lavori. Ma lo scorso anno si scoprì che quei soldi non sono più in bilancio.

“Vogliamo sapere che fine hanno fatto” insiste il sindaco Alberto Chimienti “o andremo da Vendola a chiedere spiegazioni. Non ci muoveremo da lì fino a quando non ci verrà data una risposta chiara. Perchè, per me, il problema non è nel progetto, ma nei finanziamenti. Si continuano a trovare scusanti per non realizzare la Regionale 8”.