x

x

I sindaci attaccano il commissario prefettizio Tafaro

I sindaci disposti a mettere mano ai bilanci comunali pur di evitare i licenziamenti ad Isolaverde, Paisiello e Protocollo informatico.

E’ questa la soluzione prospettata stamattina, in una conferenza stampa, dai sindaci di Massafra (Martino Tamburrano), Ginosa (Vito De Palma), Fragagnano (Lino Andrisano) e Castellaneta (Giovanni Gugliotti), accerchiati da un gruppo di lavoratori, al commissario prefettizio della Provincia, Mario Tafaro che già lunedì dovrebbe avviare le procedure di licenziamento per i lavoratori dell’istituto musicale Paisiello. 

Tre vertenze che mandrebbero a casa oltre duecento lavoratori (70 del Paisiello, più 500 bambini che studiano in quell’istituto; 30 del Protocollo Informatico e 134 di Isolaverde).

“Siamo qui come sindaci e non come rappresentanti politici di centrodestra” ha tenuto a sottolineare Tamburrano placando le possibili strumentalizzazioni sulll’appartenenza politica di tutti e quattro i primi cittadini allo stesso schiaremento.

“Non siamo candidati e non potevamo rimandare quest’incontro – ha aggiunto – perchè già lunedì potrebbero esserci i primi licenziamenti. Abbiamo la soluzione perchè noi sindaci potremmo mettere mano ai nostri bilanci. Una soluzione che va affrontata subito. Credevamo che il commissario potesse dare più impulso, ma ahimè siamo a 250 persone licenziate. Su 180 delibere in un anno solo 4 sono state firmate dal commissario, questo la dice lunga sul suo impegno. Per me può andare via anche lunedì. Non se ne accorgerebbe nessuno”.

“In questo momento particolare di crisi occupazionale – ha aggiunto De Palma – è la politica che deve dare risposte che non devono essere certamente quelle del licenziamento. Regione, Governo centrale, Comuni ed istituzioni devono implemetare o quanto meno conservare i posti di lavoro”.

“La nostra non è una polemica – ha concluso Andrisano – ma un invito a trovare una soluzione”.

Invito che riguarda il blocco delle procedure di licenziamento già da lunedì, l’apertura di un tavolo di concertazione con tutti i sindaci della provincia ionica per valutare le soluzioni più utili ad evitare l’aumento della disoccupazione e ad avviare le procedure per le elezioni degli organi della Provincia, alla luce dell’entrata in vigore della Legge 56 del 7 aprile relativa alle disposizioni sulle città metropolitane, sulle provincie, sulle unioni e fusioni di Comuni.

A tal proposito lunedì mattina il sindaco Tamburrano tornerà in Provincia per protocollare una istanza firmata da tutti i sindaci.