x

x

Arnaldo Sala: “La Regione formi i giovani”

GROTTAGLIE – Una interrogazione regionale rivolta agli assessori allo Sviluppo Economico (Loredana Capone) e al Lavoro (Leo Caroli) per sollecitare l’attivazione di corsi di formazione che consentano ai giovani tarantini di poter aspirare ad essere assunti in Alenia.

Il caso della presenza di oltre un centinaio di romeni presso lo stabilmento di Grottaglie attiva anche il consiglere reginale di Forza Italia, Arnaldo Sala che sta per protocollare l’interrogazione.

“Oltre quella dell’assenza di voli civili sull’aeroporto di Grottaglie si è consumata una ennesima beffa per Taranto e, soprattutto, per i nostri giovani disoccupati: dopo che la Regione ha destinato ingenti fondi per la realizzazione dello stabilimento Alenia, per la cui costruzione sono state sacrificate vaste aree vergini del sedime aeroportuale, quanti sono i cittadini di Taranto che lavorano in questo complesso industriale? Di sicuro meno di cinquanta, i restanti provengono quasi tutti da altre province pugliesi, con buona pace dei tanti giovani disoccupati jonici. Noi ci mettiamo le aree e gli altri ci lavorano. E oltre al danno c’è anche la beffa: in Alenia lavorano decine di romeni assunti sulla base di contratti interinali. Gli operai romeni lavorano prevalentemente sulle linee dei cosiddetti montaggi manuali, in pratica quelle in cui sulle sezioni di fusoliere vengono realizzate attività come i montaggi dei rivetti, non certo lavorazioni tecnicamente impegnative!”

Sala bacchetta la Regione per non aver controllato su quanto accaduto. 

“Come mai il governo regionale – dice – che in campagna elettorale ha rivendicato il merito di aver portato Alenia a Grottaglie, non abbia mosso un dito per favorire il nostro territorio? Si dirà che Alenia Aermacchi ha dovuto far fronte improvvisamente alla necessità di mano d’opera specializzata, ma non posso non chiedermi come ciò possa avvenire in un settore in cui la programmazione e gli investimenti sono realizzati analiticamente su base decennale”.

“Allora – conclude – ci sono tutti i margini temporali per far sì che la Regione destini importanti risorse per la formazione dei nostri disoccupati, giovani e non, in modo da poterli fare assumere in Alenia”.