x

x

Crispiano, ci sono i giochi in villa. Anzi no

CRISPIANO – I bimbi avevano già cominciato a divertirsi quando, sul più bello, i giochi sono spariti.

Sabato mattina non c’erano più. Stiamo parlando del parco intitolato a Carlo Pagliarini in cui è prevista la creazione di un’area attrezzata a verde, una zona dedicata ai più piccoli con dondoli ed altalene, e un’area sportiva con campi di basket e calcetto.

L’area in fase di realizzazione non è ancora stata inaugurata, ma fino a qualche giorno fa alcuni giochi erano già stati installati.
Poichè non si tratta di una struttura recintata e quindi chiusa al pubblico, alcune famiglie erano già state a visitare l’area per i bambini.
Sabato mattina la consigliera Anna Sgobbio che risiede da quelle parti su facebook scriveva: “Sentivo uno strano silenzio intorno a casa. Mi affaccio e… che fine hanno fatto i giochi? Sono fasciati e alcuni non ci sono più. Gli operai della ditta appaltatrice li hanno smontati e portati via. Perchè?”.

A rispondere è il Sindaco Egidio Ippolito che chiarisce: “Non è un provvedimento disposto dal Comune, bensì una scelta operata dalla ditta che non ha ancora provveduto a consegnare i lavori. Poichè quella zona va adeguata ancora alle norme di sicurezza perchè, ad esempio, abbiamo fatto notare che le porte del campo di calcetto vanno imbottite per evitare traumi, probabilmente la ditta, vedendo anche che alcuni avevano già usufruito dei giochi e poichè al momento direttamente responsabile dell’area, ha provveduto a garantire la sicurezza anche smantellando o fasciando alcuni giochi”.

Insomma il messaggio dell’amministrazione è chiaro: c’è un parco ancora da inaugurare e che, quindi, nel frattempo non può essere utilizzato.

Ma la presenza in quella zona di bambini denota la necessità di quel parco. Quindi il messaggio all’amministrazione è: fate presto.