x

x

L’assessore al Bilancio della Regione ha illustrato la manovra finanziaria

Raffaele Piemontese

BARI – Con una breve relazione l’assessore al bilancio Raffaele Piemontese ha illustrato la manovra finanziaria, dicendo che si tratta di una manovra espansiva che non aumenta la pressione fiscale, ma che va ad incidere su determinati settori come il fondo di cofinanziamento per la spesa comunitaria di 200 milioni di euro per raggiungere tutti i target previsti. Implementate le risorse delle spese del personale che tra il 2022 ed il 2023 saranno circa 900 le assunzioni tra il livello B e quello di dirigenti per riqualificare l’apparato burocratico amministrativo della Regione Puglia.

Nel bilancio di previsione 2022 sono appostate risorse per complessivi 25 milioni di euro per le spese in conto capitale sostenute nell’anno 2021 dagli Enti del SSR con le risorse del Fondo Sanitario Nazionale.In aggiunta alle risorse vincolate previste dal Fondo Nazionale per il concorso dello Stato, agli oneri del trasporto pubblico locale, anche ferroviario e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF) per servizi aggiuntivi (per la regione Puglia circa 390 milioni di euro), in sede di bilancio di previsione per l’esercizio 2022 sono stati stanziati a valere sul bilancio autonomo regionale ulteriori 150 milioni di euro sulle politiche del trasporto regionale con una maggiorazione di circa 10 milioni rispetto all’anno precedente, anche in relazione agli scenari legati alla ridefinizione dei servizi minimi ed alla loro attribuzione a livello territoriale.

Al cofinanziamento dei fondi comunitari (FESR-FSE, FEASR E FEAMP) sono destinati nell’anno 2022 risorse per oltre 250 milioni di euro incrementabili di ulteriori 80 milioni di euro con mutuo da attivare nel caso ne sia evidenziata la necessità. In aggiunta alle risorse trasferite dallo Stato nell’ambito della politiche di coesione e per specifiche finalità, con il bilancio regionale autonomo 2020 la spesa a supporto delle politiche sociali è aumentata di circa 20 milioni di euro rispetto allo stanziamento dell’anno 2021 attestandosi a circa 72 milioni di euro.Appostati 7,1 milioni di euro per l’assunzione di 231 unità previste dal Piano assunzionale 2022. Con il diffondersi dell’epidemia, tutti i settori di settori di attività economica hanno sofferto. Non vi sono al momento stime ufficiali di contabilità economica relativi al 2020: tuttavia la perdita di Pil pugliese è stimata in 9 per cento rispetto all’anno precedente, in linea con il dato nazionale.